lunedì 18 luglio 2016

Modi di dire: “Tu’ ne buschi”

Espressione di avvertimento che, solitamente, i genitori usano nei confronti di figli che fanno le bizze. E’ la tipica minaccia di una sculacciata punitiva. Si usa, per lo stesso scopo, anche il modo di dire “tu ne tocchi”. Il termine “buscare”, deriva dallo spagnolo “buscar” e dal francese “busquer”, cioè “cercare”, poi ha assunto il significato di procacciarsi, trovare, ottenere. Nell’ambito della nostra espressione, s’intende, per sintesi: <<stai attento a come ti comporti che ottieni quello che cerchi (prendi, ottieni) degli sculaccioni (o schiaffi)>>
 “Toccarne”, che in questo modo di dire è sinonimo di “buscarne”, deriva anch’esso sempre dallo spagnolo “tocar” e dal francese “toquer”, cioè “toccare” (anche dal latino “tangere”: toccare, e “tac-tus”: tatto). In questo nostro uso, indica proprio il toccare con vigore, il percuotere, il corpo altrui. Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento