martedì 19 luglio 2016

Modi di dire: “S'ha a dì d'andà?” e “Che s’ha a’ ire?”

Indicano il sollecito a muoversi per andare da qualche parte, spesso per significare il rientro a casa, oppure per lasciare un luogo. Al “s'ha a dì d'andà?” (letteralmente: “si dice –decidiamo - di andare?”) si risponde ironicamente e per dar luogo ad un ormai noto sciogli lingua: “tu m’ha a dì ndo!” (“mi devi dire dove!”). Lo stesso significato di invito a muoversi vale per le espressioni: “che s’ha a ire?” (andiamo?)  e “si batte il sandalo?”. “Andare” deriva dal latino “ad-ire”, cioè andare, venire; così “ire”, che anch’esso deriva dal latino “ire”, significa sempre l’”andare”.
Roberto Di Ferdinando

1 commento:

  1. In realtà si dice "s'ha a dì d'andà".

    RispondiElimina