mercoledì 20 luglio 2016

Modi di dire: “gora”

E’ una macchia lasciata da un liquido su un oggetto (spesso sui vestiti), oppure sulla pelle (lacrime o sudore). Spesso si usa per indicate la traccia salina del sudore che si asciuga su un indumento. Ma “gora” è anche il nome che prendono alcuni canali d’acqua nei loro percorsi urbani. Spesso sono quei bacini che prendono l’acqua da un fiume vicino, e sono utilizzati per varie attività artigianali (mulini, lavorazione dei tessuti e delle pelli). A Firenze esiste, infatti, via delle Gore, in zona Careggi, una strada, abbastanza lunga, che costeggia, appunto, il torrente Terzolle. Il termine “gora”o “guora” deriva dal tedesco “wuor”, cioè diga, argine per respingere o deviare l’acqua. Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento