giovedì 28 febbraio 2019

Convegno "Diverse voci fanno dolci note"

Presentazione del progetto dell'European Research Council (ERC) Advanced Grant "Multilingual Poetry and Polyphonic Song in the Late Middle Ages (Ars Nova)". 1 marzo 2019, ore 9, Biblioteca Umanistica, Sala Comparetti, piazza Brunelleschi, 4 - Firenze. Organizzazione: Dipartimento di Lettere e Filosofia (DILEF) dell'Università di Firenze, Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell'Università di Pavia, Fondazione Ezio Franceschini (FF), Opera del Vocabolario Italiano (OVI), European Research Council (ERC). https://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2019/friday_010319.pdf

Convegno "Generi e accademia a partire da noi"

28 febbraio 2019, ore 14, Biblioteca Umanistica, sala Comparetti, piazza Brunelleschi, 4 - Firenze. Organizzazione: Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la non discriminazione e il benessere di chi lavora dell'Università di Firenze (CUG ).
https://www.unifi.it/upload/sub/ateneo/cug/generi_accademia_280219.pdf

Proverbio Toscano del Giorno

"Asino di molti, i lupi lo mangiano"

martedì 26 febbraio 2019

conferenza " Baccio da Montelupo. Architetto nella Repubblica di Lucca"

l’Associazione “Per Boboli” è lieta di invitarvi martedì 5 marzo 2019 alle 17.30, presso il Teatro del Rondò di Bacco (Piazza Pitti, 1 - Firenze), per la conferenza " Baccio da Montelupo. Architetto nella Repubblica di Lucca", a cura dell’Arch. Costantino Ceccanti, funzionario MIBAC per il complesso Musei del Bargello.

Baccio da Montelupo è universalmente conosciuto per essere stato uno dei maggiori scultori fiorentini al passaggio tra i secoli XV e XVI. Amico di Michelangelo, prese parte ad alcune delle maggiori imprese artistiche della sua epoca e lavorò tra Firenze, Bologna e Venezia. Tuttavia, esiste un lato meno noto e meno indagato della sua carriera: già Giorgio Vasari parlò della sua attività di architetto che si svolse soprattutto, ma non solo, nell’ultimo quindicennio della sua vita, trascorso a Lucca.

Obiettivo della conferenza è di ricostruire il percorso architettonico di Baccio da Montelupo, partendo dalle prime opere effimere, realizzate in occasione della visita di Leone X a Firenze, nel 1515, per arrivare alle imprese lucchesi. La scansione della documentazione d’archivio, delle fonti secondarie e, soprattutto, un’attenta analisi dell’architettura lucchese del primo Cinquecento, hanno permesso di definire in maniera dettagliata un aspetto tra i meno studiati ma tra i più interessanti del pieno Rinascimento.

L’incontro è patrocinato dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze.


Associazione "Per Boboli"
Segreteria Relazioni Esterne e Comunicazione
www.associazioneperboboli.com
associazioneperboboli@gmail.com
www.facebook.com/AssociazionePerBoboli

Convegno "Il disturbo ossessivo compulsivo e la sessualità. Intimità tra disgusto e senso di colpa"

27 febbraio 2019, ore 9, Plesso didattico La Torretta, aula 12, via della Torretta, 16 - Firenze. Organizzazione: Dipartimento di Scienze della Salute (DSS). Per informazioni: https://www.unifi.it/art-3941-pronti-all-impresa-nuovi-progetti-start-up-e-spin-off-si-raccontano.html

Proverbio Toscano del Giorno

"Val più un'arrabbiata che una bastonata"

lunedì 25 febbraio 2019

Libreria Editrice Fiorentina - incontro dedicato all'importanza della calligrafia

Libreria Editrice Fiorentina e Fenysia - scuola di linguaggi della cultura - vi aspettano Sabato 2 marzo alle ore 11.00 per l'incontro dedicato all'importanza della calligrafia tenuto dal maestro Vincenzo Rizzonelli presso l'Archivio storico di Palazzo Pucci - via dei Pucci, 4 - Firenze. Ingresso libero.

“Neo-nomadi e Autoctoni” Opere di Andrey Esionov L’umanità in movimento nello sguardo dell’acquarellista russo



A cura di Alexander Borovsky


5 marzo – 28 aprile 2019



ANTEPRIMA STAMPA
Martedì 5 marzo 2019, ore 11.30
Sala delle Esposizioni
Accademia delle Arti del Disegno
Via Ricasoli n.68 (angolo Piazza San Marco), Firenze


INAUGURAZIONE MOSTRA
Martedì 5 marzo 2019, ore 17.30
Sala delle Esposizioni
Accademia delle Arti del Disegno
Via Ricasoli n.68 (angolo Piazza San Marco), Firenze

Dal 5 marzo al 28 aprile 2019 l’Accademia delle Arti del Disegno presenta l’opera del pittore Andrey Esionov (Tashkent, 1963), maestro dell’arte figurativa russa contemporanea.
La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni” realizzata con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana e concepita in collaborazione con l’Accademia Russa di Belle Arti, è curata dal critico Alexander Borovsky e sarà visitabile con ingresso gratuito nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli n.68, a Firenze.

Il titolo della mostra deriva dal ciclo di lavori “Neo-nomadi”, un’analisi dedicata a un evento strutturale che si sta realizzando in tutto il mondo: l’umanità in movimento, dai grandi flussi migratori fino al turismo di massa. Questo fenomeno non è visto con lo sguardo di chi accoglie o di chi migra, ma da una prospettiva inedita, quella dall’estraneo che è in grado di coglierne sfumature e paradossi. L’esposizione racconta quindi i mutamenti e le contraddizioni di un’umanità in costante movimento, attraverso 42 opere, tratte da otto diverse serie di acquerelli, con le quali l’artista realizza una riflessione critica, surreale e pungente intorno allo scenario delle metropoli contemporanee e all’umanità che le popola.
La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni” rappresenta uno dei principali avvenimenti artistici italiani del 2019 e sarà la prima tappa di un ciclo di mostre personali volte a far conoscere in Italia l’arte, la ricerca artistica e la poetica di Andrey Esionov. Dopo Firenze, la mostra proseguirà a Roma dove, nel mese di settembre 2019, le opere dell’artista saranno esposte nella splendida cornice del Museo di San Salvatore in Lauro.   

La mostra sarà visitabile dal 5 marzo al 28 aprile 2019 con i seguenti orari:
Da martedì a sabato: ore 10.00-13.00 e 17.00-19.00
Domenica: ore 10.00-13.00
Lunedì chiuso
Ingresso libero

Il ritorno di Giuseppe, principe dei sogni Gli arazzi medicei della Sala dei Duecento

I venti arazzi medicei tornano in Palazzo Vecchio esposti a rotazione in cinque cicli e prendono il via le visite al nuovo percorso museale che aprirà il 26 febbraio.

Sono aperte le prenotazioni per ammirare i preziosi arazzi dedicati alle Storie di Giuseppe, il principe dei sogni, tornati a Firenze grazie ad un accordo  tra il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e il Comune di Firenze.

I venti arazzi saranno esposti a rotazione, quattro alla volta, secondo la loro collocazione originale, nella Sala dei Duecento, che entrerà così a fare parte, per i prossimi 3 anni, del percorso museale di Palazzo Vecchio. Le visite inizieranno a partire dal 26 febbraio, dalle ore 14.30.

Questa serie di panni monumentali costituisce una delle più alte testimonianze della manifattura tessile e dell’arte rinascimentali. Vennero commissionati da Cosimo I de’ Medici tra il 1545 e il 1553 a due dei maggiori arazzieri fiamminghi, Jan Rost e Nicolas Karcher, sulla base di cartoni disegnati da Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati.

Il ciclo si articola in venti scene, ognuna dedicata a uno episodio specifico della storia del patriarca. La scelta del tema ha un chiaro riferimento allegorico, tracciando un parallelismo tra la vita del patriarca Giuseppe e le vicende politiche di Cosimo e, più complessivamente, della famiglia Medici.

    Ingresso solo su prenotazione a partire dal 26 febbraio ore 14.30. Gli ingressi sono previsti tutti i martedì-mercoledì-venerdì-sabato-domenica dalle 10.00 alle 17.30 (massimo 25 persone ogni 30 minuti).
    Visita guidate ogni sabato alle h16.30 a partire dal 16 marzo.
    Costi: €2,50 (residenti Città Metropolitana) – €5,00 (non residenti Città Metropolitana) oltre al biglietto di ingresso (€ 3,00). La prenotazione è obbligatoria.



Informazioni e prenotazioni:
Tel. (+39) 055 2768224 – (+39) 055 2768558
info@muse.comune.fi.it

Proverbio Toscano del Giorno

"Tempra la lingua quando sei turbato"

venerdì 22 febbraio 2019

Lunedì 25 febbraio serata di presentazione del corso RITORNO ALLA SORGENTE

orario dalle 20 alle 22
Ingresso libero con prenotazione

Lunedì 25 febbraio serata di presentazione del corso RITORNO ALLA SORGENTE


Presentazione del corso RITORNO ALLA SORGENTE orario dalle 20 alle 22
Ingresso libero con prenotazione.

conduce il dott. Roberto Di Ferdinando

Percorso di consapevolezza per entrare in contatto con se stessi, le proprie emozioni, la propria consapevolezza, per scoprire ed accogliere le nostre sensazioni, potenzialità senza pregiudizio e giudizio . 6 serate settimanali di LUNEDÌ sera dalle 20.30 alle 22.30 da ottobre.

Info e prenotazioni:

3339728888 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

6 tappe per riscoprire se stessi per rientrare in contatto con se stessi: la propria forza, le proprie emozioni, la propria consapevolezza. Un percorso esperienziale in cui, tramite tecniche corporee e meditative, prenderemo contatto con la nostra pancia, il nostro cuore e la nostra mente tornando a scoprire ed accogliere le nostre sensazioni, potenzialità ed emozioni senza pregiudizio e giudizio.
Due moduli sulla Pancia , due moduli sul cuore e due moduli sulla Testa, il lunedì dalle 20 alle 22 . Conduce il dott.Roberto Di Ferdinando, counselor olistico ad indirizzo psicosomatico PNEI.
Le date
11 e 18 marzo: moduli sulla Pancia
25 marzo e 1° aprile: moduli sul Cuore
8 e 15 aprile: moduli sulla Testa

Presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze
Per informazioni ed iscrizioni sia per la conferenza che per il corso: tel. 3339728888 oppure: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com
Costo: 6 moduli 120 euro, possibilità di partecipare solo a due moduli mensili (50 euro). Per chi ha già seguito il corso sconto del 50%.

23 febbraio - Convegno - Gli Animali in Italia

Sabato 23 febbraio 2019
ore 09.00
Firenze
Sala dei Marmi
presso il Parterre,
Piazza della Libertà 12
Ingresso libero
"Chi sono, come vivono, buone pratiche, proposte"

Proverbio Toscano del Giorno

"Al servo pazienza, e al padrone prudenza"

mercoledì 20 febbraio 2019

Visita guidata "Maschere da luoghi lontani" al Museo di Antropologia

23 febbraio 2019, ore 15, Museo di Antropologia, via del Proconsolo, 12 Firenze. Organizzazione: Sistema Museale di Ateneo (SMA). Per informazioni: Tel. 055 2756444 - edumsn@unifi.it
https://www.msn.unifi.it/index.php?module=CALpro&func=item&action=view&ID=139%20

Visita guidata "Tesori nascosti" al Museo di Paleontologia

22 febbraio 2019, ore 15, Museo di Storia Naturale, sezione di Paleontologia, via La Pira, 4 Firenze. Organizzazione: Sistema Museale di Ateneo (SMA). Per informazioni: tel. 055 2756444 - edumsn@unifi.it
https://www.msn.unifi.it/index.php?module=CALpro&func=item&action=view&ID=137

Proverbio Toscano del Giorno

"Quando la cornamusa è piena, comincia a suonare"

martedì 19 febbraio 2019

Incontro "A Beautiful Paper"

Cinque relatori scelgono e "raccontano" cinque articoli, di altri autori, particolarmente significativi nel campo dell'Ottimizzazione e della Ricerca Operativa: Daniele Vigo (Alma Mater Studiorum Università di Firenze), Francesca Guerriero (Università della Calabria), Laura Palagi e Francesco Facchinei (Università di Roma "La Sapienza"), Fabio Schoen (Università di Firenze). 22 febbraio 2019, ore 10.50, Centro Didattico Morgagni, aula 101, viale Morgagni, 40 Firenze. Organizzazione: Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione (DINFO) - Global Optimization Laboratory
https://www.dinfo.unifi.it/art-373-a-beautiful-paper.html

Incontro "I disegni di legge Pillon e De Poli e il contrasto alla violenza familiare"

Nell'ambito del seminario permanente "Contrastare la violenza verso le donne. Un impegno per l’università", coordinato da Lucia Re, Silvia Rodeschini, Maria Luisa Vallauri, Luisa Vierucci (Università di Firenze). Con Antonio Gorgoni (docente di diritto privato dell'Università di Firenze). 22 febbraio 2019, ore 12, Campus di Novoli, Edificio D4, aula 1.02, via delle Pandette, 9 Firenze. Organizzazione: Università di Firenze, con il patrocino del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la non discriminazione e il benessere di chi lavora (CUG).
https://www.unifi.it/upload/sub/ateneo/cug/seminario_permanente_220219.pdf

Inaugurazione della mostra di arte contemporanea "In punta di piedi"

L'esposizione, a cura di Erica Romano e Silvia Bellotti, prevede l'installazione graduale di dieci opere di arte contemporanea presso la Biblioteca di Storia dell'Arte. Sarà presentata dalla direttrice della Biblioteca Umanistica Floriana Tagliabue. 21 febbraio 2019, ore 17, Biblioteca Umanistica, Sede di Storia dell'Arte, via della Pergola, 56 Firenze. La mostra resterà aperta fino al 25 luglio, dal lunedì al venerdì ore 9-19. Organizzazione: Associazione Forme, in collaborazione con la Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi di Firenze. Per informazioni: infouma@unifi.it
https://www.sba.unifi.it/Article1061.html

Presentazione del volume "Il '68 dei professori: l'Associazione Nazionale Docenti Universitari, Giorgio Spini e la riforma dell’Università"

Atti del Convegno "L’archivio dell’ANDU (1968-1971)", tenuto a Firenze il 23 settembre 2016. A cura di Lucilla Conigliello e Chiara Melacca . Intervengono Monica Galfré e Carmen Betti. Partecipano Lucilla Conigliello, Adriana Dadà, Mario G. Rossi e Chiara Melacca. Conclusioni di Valdo Spini. 19 febbraio 2019, ore 17, Biblioteca di Scienze Sociali, II piano, via delle Pandette, 2 Firenze. Organizzazione: Biblioteca di Scienze Sociali. Per informazioni: scienzesociali@sba.unifi.it

A FIRENZE LONGFORM “ARMANDO” con ANTONIO VULPIO

Sarà Antonio Vulpio lo special guest della prossima data della rassegna di improvvisazione curata da Atto Uno e FirenzeLongform. Sul palco dell’ OFF Musical di via San Giusto 2 a Firenze, con inizio alle 21.30, l’improvvisatore milanese, conosciuto e stimato anche all’estero, si unirà ad alcuni improvvisatori fiorentini in “ARMANDO” un format di derivazione americana. In “Armando” un ospite d'onore viene invitato a partecipare ad una serata di improvvisazione al buio! Viene solo richiesta la sua presenza, la sua sincerità e la sua voglia di mettersi in gioco, partendo da alcuni monologhi nei quali racconterà al pubblico stralci e aneddoti di vita vissuta (assolutamente veri e autentici e legati alle domande del pubblico). Questi monologhi andranno ad ispirare una catena di storie, surreali, comiche ma anche emozionanti,  che verranno completamente improvvisate ed in cui anche Antonio Vulpio sarà  coinvolto.
Meglio prenotare a firenzelongform@gmail.com o al 392.66.40.751 ( meglio via whattsapp).
Biglietti 9 euro ( con tessera OFF obbligatoria a 2 euro )

lunedì 18 febbraio 2019

Libro: Firenze in Festa

martedì 19 febbraio alle 18, Marco Ferri insieme a Anita Valentini, Carlo Francini e a Letizia Cini, presentano del libro Firenze in festa alla libreria IBS+Libraccio di via Cerretani 16r a Firenze.


Veduta dalla Cupola

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"L'ira placata non rifà l'offese"

venerdì 15 febbraio 2019

Premiazione del concorso video "Filmare l'alterità. Concorso di immagini migranti nel paesaggio urbano fiorentino"

Nell'ambito del festival New Italian Cinema Events (NICE). 16 febbraio 2019, ore 16.30, Teatro della Compagnia, via Cavour, 50r. Organizzazione: Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo, Oxfam Italia, con il sostegno di Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE) e Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nell'ambito dell'iniziativa "Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura".
http://www.filmarelalterita.it/

Conferenza "L'albero della vita: dai batteri all'uomo (di Neanderthal) passando per le piante"

Tre conferenze in occasione del Darwin Day 2019. 15 febbraio 2019, ore 17, Dipartimento di Biologia, via del Proconsolo, 12, Firenze, Aula 1. Organizzazione: Dipartimento di Biologia e Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR).
https://www.scienzenaturali.unifi.it/upload/sub/LocandinaDarwinDay2019.jpg

Fotografie di Leonardo Brogioni

Esposizione a cura di Lucilla Saccà. 13 febbraio 2019, ore 17.30, Biblioteca Umanistica, Corridoio Brunelleschi, piazza Brunelleschi, 4 Firenze. Organizzazione: Biblioteca Umanistica dell'Università di Firenze.
https://www.sba.unifi.it/Article1056.html

La memoria della Grande Guerra a Firenze



Da novembre 2018 in città

“Dormi sepolto in un campo di grano non è la rosa non è il tulipano che ti fan veglia dall’ombra dei fossi ma son mille papaveri rossi.” (Fabrizio De André, La guerra di Piero).

Il papavero è in effetti divenuto, soprattutto in ambito anglosassone, il simbolo della memoria della Prima Guerra Mondiale. E’ la memoria di un evento tragico, di dimensioni colossali, che per la prima volta coinvolge milioni di persone nei loro entusiasmi e nelle loro fragilità; ma è anche la memoria di familiari, amici, concittadini perduti durante il conflitto che trovano consolazione e trasfigurazione nella pletora di monumenti, sculture, lapidi e targhe degli anni successivi. Opere poste nelle piazze e nelle strade di tutto il mondo,  che a Firenze – in occasione dell’anniversario della Grande Guerra – sarà possibile scoprire e apprezzare nella loro piena valenza storica e artistica: l’Ufficio UNESCO del Comune di Firenze e MUS.E, grazie alla preziosa e significativa collaborazione dell’Opera di Santa Croce, propongono infatti alla cittadinanza un calendario di percorsi e di appuntamenti  distribuiti in tutta la città.

Per Carlo Francini, responsabile dell’Ufficio UNESCO del Comune di Firenze, “È importante ritrovare la consapevolezza di questi monumenti, parte integrante della storia famigliare e sociale di Firenze. L’UNESCO nasce alla fine della seconda guerra mondiale e da sempre lega le sue attività alla crescita della cultura della pace: con questa iniziativa non si vuole celebrare la retorica della vittoria ma esaltare la memoria e il sacrificio e la sofferenza di migliaia di donne e uomini della nostra città.”

Il progetto si sviluppa secondo due serie di azioni, visite guidate in città e appuntamenti nei quartieri. Di seguito il programma completo:

Percorsi in città

Percorsi guidati nel centro storico alla scoperta dei monumenti e delle tracce della Grande Guerra e dei suoi protagonisti. L’itinerario prenderà avvio da Palazzo Vecchio per snodarsi nel centro cittadino e concludersi infatti a Santa Croce, cuore della memoria dei caduti fiorentini. Se per le vie della città i partecipanti potranno osservare targhe, sculture e monumenti sorti a memoria dell’evento e dei suoi morti,  “nell’impulso a trovare nell’esperienza della guerra un significato più alto, qualcosa che giustificasse il sacrificio e la perdita irreparabile” (George L. Mosse), il Complesso monumentale di Santa Croce sarà tappa saliente del percorso, con la visita della Cappella alla Madre Italiana in Basilica, del Parco della Rimembranza nel primo chiostro e del Famedio sotterraneo progettato da Alfredo Lensi.

    Quando: domenica 4 novembre, domenica 11 novembre, domenica 2 dicembre e domenica 13 gennaio 2018; domenica 3 febbraio e domenica 3 marzo 2019 h14.30 e h16.00
    Per chi: per giovani e adulti
    Durata: 1h15’

Memorie di piazza

“Nulla al mondo è più invisibile dei monumenti. Non c’è dubbio tuttavia che essi sono fatti per essere visti, anzi, per attirare l’attenzione; ma nello stesso tempo hanno qualcosa che li rende, per così dire, impermeabili, e l’attenzione vi scorre sopra come le gocce d’acqua…” (Robert Musil). Gli appuntamenti sono centrati su alcuni monumenti-simbolo della Grande Guerra nei quartieri cittadini e offrono l’occasione per guardare con nuovi occhi luoghi e opere a cui passiamo accanto ogni giorno, riappropriandoci di memorie artistiche che rendono la città un vero museo a cielo aperto e che intrecciano la grande Storia con la storia, passata e presente, di ciascuno di noi.

    Per chi: per giovani e adulti
    Durata: 50’ – In caso di pioggia l’appuntamento è annullato.
    Quando: Domenica 4 novembre h11 in piazza Acciaiuoli, intorno alla Vittoria di Attilio Fagioli, 1923 circa / Domenica 11 novembre h11 in piazza Oberdan, intorno al Busto di Guglielmo Oberdan di Ugo Cipriani, 1919 / Domenica 18 novembre h11 in piazza di Santa Maria al Pignone, intorno alla Vittoria di Ferdinando Vichi, 1926 /Domenica 25 novembre h11 in piazza Dalmazia, intorno al Soldato con donna e bambino di Mario Moschi, 1927

La partecipazione è gratuita.
La prenotazione è obbligatoria dal lunedì precedente
Tel 055-2768224
Mail info@muse.comune.fi.it

Si ringraziano i Quartieri cittadini.

Incontro con l’Elettrice Palatina

Domenica 17 a Palazzo Pitti e lunedì 18 febbraio 2019 a Palazzo Vecchio rivive il personaggio storico di Anna Maria Luisa de’ Medici.

In occasione dell’anniversario della morte di Anna Maria Luisa (1677-1743), ultima del ramo granducale dei Medici, il Comune di Firenze in collaborazione con l’Associazione MUS.E e le Gallerie degli Uffizi propongono un suggestivo evento di rievocazione di una donna le cui scelte sono state determinanti per la definizione di Firenze città d’arte così come oggi è conosciuta nel mondo intero. Il suo grande merito ha fondamento nella stesura di un atto giuridico, noto come Patto di Famiglia, grazie al quale l’ultima erede della dinastia vincola allo Stato – il Granducato di Toscana – tutto il complesso dei beni che facevano parte delle collezioni medicee: «…Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioje ed altre cose preziose […] a condizione espressa che di quello è per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei forestieri, e non ne sarà nulla trasportato e levato fuori dalla Capitale e dello Stato del Gran Ducato».

Il pubblico avrà l’occasione di incontrare Anna Maria Luisa de’ Medici domenica 17 a Palazzo Pitti, nella scenografica Sala del Fiorino, e lunedì 18 in Palazzo Vecchio, che così rende omaggio all’ultima rappresentante Medici nel giorno di anniversario della sua scomparsa, unitamente all’ingresso gratuito nei Musei Civici Fiorentini. A Pitti l’Elettrice soggiornò prima nella sua giovinezza e poi dal 1717, dopo una parentesi di ventisei anni trascorsi a Düsseldorf  al fianco dell’Elettore Palatino, portando nei suoi appartamenti – così come in città – il raffinato gusto dell’arte coltivato già in Germania.

L’incontro con il personaggio, seguito da un dibattito con il pubblico, sarà l’occasione per meglio comprendere i tratti della figura e per immergersi nel contesto della Firenze del XVIII secolo, avviando un inedito e coinvolgente dialogo con la storia.

L’evento è proposto domenica 17 febbraio in Sala del Fiorino a Palazzo Pitti con tre repliche alle h15.00, h16.00 e h17.00 e lunedì 18 febbraio a Palazzo Vecchio negli stessi orari; gli appuntamenti sono gratuiti e sono riservati solo a coloro che si prenoteranno ai contatti 055-2768224 e 055-2768558 (fino a esaurimento posti). La partecipazione all’incontro non comprende l’ingresso a Palazzo Pitti, il cui eventuale accesso resta a pagamento.

Si ringraziano Sartoria Teatrale Antonietta, Bottega Filistrucchi, Sacchi Calzature artistiche.

    Per chi: per giovani e adulti
    Quando: domenica 17 a Palazzo Pitti e lunedì 18 febbraio a Palazzo Vecchio h15.00 – h16.00 – h17.00
    Dove:  Sala del Fiorino, Palazzo Pitti, Piazza Pitti 1, Firenze e Palazzo Vecchio, Piazza Signoria, Firenze

La partecipazione all’incontro è gratuita; la prenotazione è obbligatoria.
È escluso l’accesso a Palazzo Pitti (per l’eventuale ingresso sarà necessario acquistare il biglietto).
Per informazioni e prenotazioni:
Mail info@muse.comune.fi.it
Tel. 055-2768224, 055-2768558
Lunedì 18 febbraio per l’occasione si segnala inoltre l’ingresso gratuito nei seguenti Musei Civici Fiorentini:

– Palazzo Vecchio h9.00-19.00 e Torre h10.00-17.00
– Museo Novecento h11.00-19.00
– Santa Maria Novella h9.00-17.30
– Cappella Brancacci h10.00-17.00
– Fondazione Salvatore Romano h10.00-17.00
– Museo del Bigallo visite accompagnate su prenotazione (tel. 055/288496) ore 10.0, 12.00, 15.00
– Museo Stefano Bardini h11.00-17.00

Veduta dalla Cupola del Duomo

Foto di Marco Giorgi



Proverbio Toscano del Giorno

"L'ira fa il ricco odiato e il povero disprezzato"

giovedì 14 febbraio 2019

5 marzo - Musica e Spiritualità Incontro nel foyer del Teatro Verdi

Musica e Spiritualità
Incontro nel foyer del Teatro Verdi
Martedì 5 marzo Ore 19

Con Guidalberto Bormolini,
Francesca Dego e Daniele Rustioni
modera Armando Torno

Presentazione del progetto del Med-Hospice
“La meditazione che ha cura”

Introduzione al Concerto di Carnevale dell'Orchestra della Toscana


Le musiche proposte nel Concerto di Carnevale dell’Orchestra della Toscana, diretto da Daniele Rustioni e con Francesca Dego primo violino, sono quasi tutte a tema religioso - e questo carattere fortemente spirituale del programma e` occasione per un incontro nel foyer del Teatro Verdi per parlare di “Musica e Spiritualità”, e per presentare il progetto del Med-Hospice nel Borgo TuttoèVita sulle colline di Prato, ovvero una casa di accompagnamento al fine vita, che ha la cura spirituale come colonna portante, senza comunque nulla togliere alle cure mediche professionali. L’incontro vedrà la partecipazione dei protagonisti Daniele Rustioni e Francesca Dego, di Padre Guidalberto Bormolini dei Ricostruttori nella preghiera, e sarà coordinato dal giornalista Armando Torno.

I posti sono limitati, ed è vivamente consigliata la prenotazione via mail scrivendo a: ortstampa@orchestradellatoscana.it
SEDE DELL'EVENTO
Teatro Verdi, Via Ghibellina 99, 50122 Firenze
Per informazioni: info.fi@tuttovita.it

Proverbio Toscano del Giorno

"Guardati da aceto di vin dolce"

mercoledì 13 febbraio 2019

Le piante medicinali dell’orto dei Semplici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova nell’antico chiostro delle medicherie (13 - continua)

“Vinca minor (Pervinca)
“La Pervinca è una specie medicinale che trova impiego con le radici e foglie nel trattamento dell’ipertensione arteriosa. I principi attivi presenti nelle sue foglie sono infatti in grado di indurre una vasodilatazione periferica, cerebrale e coronarica, perciò viene usata per trattare alcune malattie vascolari del cervello e le varicose. In medicina popolare, la Pervinca viene utilizzata internamente per il trattamento di disturbi circolatori, gastriti, enteriti e cistiti. Esternamente, invece, la medicina tradizionale la utilizza come rimedio astringente in caso di sanguinamenti, per il trattamento del mal di gola, ascessi, eczemi. “
 (Tratto da: Le piante medicinali dell’orto dei Semplici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova nell’antico chiostro delle medicherie)

ITINERARI FIORENTINI: La Chiesa di Santa Croce sabato 23 febbraio

Anticipiamo il prossimo appuntamento degli“ITINERARI FIORENTINI” con la visita guidata, da Stefania Acuti,alla Chiesa di Santa Croce. La data è sabato 23 febbraio, il raduno alle 15.15 all’ingresso della Chiesa.
La quota di adesione è stabilita in 12,00 euro a persona per chi è residente a Firenze e in 20,00 euro per chi non lo è.  Sono aperte le iscrizioni (con un massimo di 20 partecipanti) che chiuderemo giovedì 21 febbraio.
Libreria dei Lettori
Via della Pergola 12
50121 Firenze
tel 055 2264333
libreriadeilettori@gmail.com
libreriadeilettori.wordpress.com

Via Don Setti

Foto di Roberto Di Ferdinando


Foto di Piazza di San Giovanni

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"In forno caldo non può nascere erba"

martedì 12 febbraio 2019

Antiche insegne resistono: piazza San Pier Maggiore

Foto di Roberto Di Ferdinando


12 febbraio - MUSEO GRATUITO, VISITE GUIDATE E CONCERTO: GLI APPUNTAMENTI PER IL 96° COMPLEANNO DI ZEFFIRELLI

MUSEO GRATUITO, VISITE GUIDATE
E CONCERTO:  GLI APPUNTAMENTI 
PER IL 96° COMPLEANNO DI ZEFFIRELLI
Martedì 12.02.2019 | Vari orari
Fondazione Franco Zeffirelli|Palazzo S. Firenze|Piazza S. Firenze|Firenze


Il prossimo martedì 12 febbraio Franco Zeffirelli compie 96 anni d’età. Per celebrare il compleanno del Maestro, la Fondazione che porta il suo nome – e che ha sede a Palazzo San Firenze, nell’omonima piazza fiorentina - propone una serie di appuntamenti nell’arco dell’intera giornata.


Museo a ingresso gratuito

Per tutta la giornata di martedì 12 febbraio (dalle 10 alle 18) l’ingresso al Museo Zeffirelli - che in 22 sale propone testimonianze della settantennale carriera del Maestro - sarà gratuito per tutti i residenti di Firenze e dell’area metropolitana fiorentina, che vorranno scoprire la ricchissima collezione, da poco rinnovata con la presenza di otto nuovi costumi di scena.


Due turni di visite guidate

Nel giorno del compleanno del Maestro, la Fondazione Franco Zeffirelli organizza per i visitatori del Museo due turni di visite guidate che si terranno alle ore 11 e alle ore 16,30 al costo ridotto di 10 euro. Le visite guidate saranno a cura di Maria Alberti, responsabile didattica della Fondazione Franco Zeffirelli e storica del teatro, e di Alessandro Massini, in servizio presso l’Archivio personale del Maestro.

A causa del numero limitato di posti è gradita la prenotazione, che sarà possibile effettuare telefonicamente allo 055.2658435 o inviando una mail all’indirizzo ticket@fondazionefrancozeffirelli.com. La visita sarà effettuata per un massimo di 20 partecipanti.


Concerto del giovane fisarmonicista Lorenzo Albanese

La giornata di appuntamenti in onore del Maestro si concluderà alle 20,30 nella Sala della Musica con il concerto di fisarmonica del giovanissimo talento Lorenzo Albanese, vincitore di “Amadeus Factory” 2017, primo e unico talent show in Italia dedicato alla musica classica e al jazz.

Classe 1997, solista già applaudito in sale come quelle della Società del Quartetto di Milano e della Royal Academy of Music di Londra, Albanese propone un programma con brani di travolgente virtuosismo: trascrizioni di Pachelbel, Albeniz (Asturias, uno dei suoi pezzi più noti) e Rossini (il celebre “Largo al factotum” dal Barbiere di Siviglia), e originali dei contemporanei Angelis, Voytenko, Pusharenko, Semionow, espressamente scritti per fisarmonica. Quest’ultimo appuntamento conferma la vocazione della Fondazione Zeffirelli a promuovere i giovani artisti per farli affermare nel mondo delle arti dello spettacolo, e segna l’inizio della nuova serie dei “Concerti di San Firenze” organizzati da Francesco Ermini Polacci, direttore artistico della attività culturali.

L’accesso al concerto è con biglietto a 10 euro, acquistabile tramite il circuito Ticketone o direttamente alla biglietteria della Fondazione.

Anche per il concerto di martedì 12 febbraio è gradita la prenotazione, che sarà possibile effettuare telefonicamente allo 055.2658435 o inviando una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com.

CULTURA E SOLIDARIETÀ: VISITA GUIDATA ALL’ORATORIO DEL CEPPO A FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE TUMORI TOSCANA A.T.T.

Con il patrocinio del Comune di Firenze e la collaborazione di Confguide e Confcommercio Firenze

CULTURA E SOLIDARIETÀ: VISITA GUIDATA ALL’ORATORIO DEL CEPPO A FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE TUMORI TOSCANA A.T.T.

L’appuntamento è per domenica 17 febbraio alle ore 16 in via de’ Pandolfini 3 a Firenze. Presente anche l’assessore al Welfare di Firenze Sara Funaro. I proventi saranno devoluti a sostegno del servizio di cure domiciliari oncologiche gratuite dell’A.T.T.



Cultura e solidarietà vanno a braccetto nell’iniziativa lanciata dall’Associazione Tumori Toscana A.T.T. con il patrocinio del Comune di Firenze e la collaborazione di Confcommercio Firenze e Confguide. Domenica 17 febbraio 2019 alle ore 16.00 si terrà la visita guidata all’Oratorio di San Niccolò del Ceppo (via de' Pandolfini 3, Firenze). I proventi saranno interamente devoluti all’A.T.T. per sostenere l’importante servizio di cure domiciliari oncologiche gratuite che dal 1999 offre ai malati di tumore della Toscana



A sottolineare l’alta finalità dell’evento interverrà l’assessore al Welfare e Sanità del Comune di Firenze Sara Funaro. Tra gli ospiti anche il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni.



Sarà quindi un’occasione perfetta per scoprire con l’aiuto di una guida professionale l’oratorio di San Niccolò del Ceppo, riaperta al pubblico di recente dopo ben 22 anni di restauri. Sede dell’omonima confraternita, fondata nel 1417 e quindi fra le più antiche di Firenze, la chiesa conserva importanti tesori artistici e una lunga storia di preghiera e di carità strettamente legata alle vicende di Firenze e a personaggi famosi come il compositore Luigi Cherubini. Tra i suoi capolavori più preziosi, il Cristo crocifisso di Beato Angelico restaurato dall’Opificio delle Pietre Dure.



L’offerta per partecipare alla visita è di 15 euro. Visto il numero limitato di posti disponibili, la prenotazione è obbligatoria al numero 335 6586211 (Paola Neri per A.T.T. Firenze).



Un ringraziamento speciale alla Compagnia di San Niccolò di Bari "del Ceppo" per l’ospitalità e alla società Audioguide per la collaborazione.



Associazione Tumori Toscana A.T.T.

Tel 055.24.66.666

Una giornata di studi sulle carte inedite di Giovanni Battista Giorgini

Una giornata di studi sulle carte inedite
di Giovanni Battista Giorgini,

promotore del grande made in Italy

fra artigianato e moda

martedì 12 febbraio, ore 15

nella Fondazione Biblioteche Cassa Risparmio Firenze
via Bufalini 6





Lettere e diari, ma anche fotografie, materiali personali e di famiglie. Una grande mole di documenti inediti che raccontano l’imprenditore versiliese, trasferitosi a Firenze nel 1923, Giovanni Battista Giorgini. Saranno oggetto della giornata di studi dal titolo “ARTIGIANATO E MODA A FIRENZE nelle carte di Giovanni Battista Giorgini”, che si terrà domani alle ore 15 nella Fondazione Biblioteche Cassa Risparmio Firenze (Via Bufalini 6). Una data non casuale perché è l’anniversario della prima sfilata della moda italiana che si tenne in via dei Serragli il 12 febbraio del 1951. Questo incontro, promosso da Fondazione CR Firenze e OMA assieme ad Archivio Giorgini e all’ Archivio di Stato Firenze, battezza un nuovo progetto di ricerca sostenuto dall’Osservatorio dei Mestieri d’arte per lo studio di un patrimonio di scritti inediti di Giovanni Battista Giorgini e vedrà la partecipazione di un parterre di addetti che si confronteranno sui temi di artigianato e moda. I lavori sono introdotti da Neri Fadigati, Presidente dell’Archivio Giorgini, e interverranno esperti del settore, esponenti delle istituzioni e voci qualificate come Sonnet Stanfill, fashion curator del Victoria and Albert Museum di Londra.



Lettere e documenti che l’imprenditore ha elaborato di suo pugno in quegli anni e che raccontano il processo virtuoso che ha portato a far conoscere Oltreoceano il valore del ‘fatto a mano in Italia’. Giorgini è stato infatti tra i primi a capire le grandi potenzialità dell’alto artigianato italiano sui mercati stranieri, soprattutto quello nord americano e che l’esportazione potesse essere un volano per tutta la nostra economia, tanto da diventare uno dei maggiori promotori del Made in Italy. Il contenuto dei diari riguarda il periodo del servizio militare di Giorgini (1917/1918)  svolto come allievo ufficiale in varie località del nord, fino all’arrivo nelle retrovie e all’incontro con il fratello maggiore, Carlo. Dalle pagine emerge con forza il grande senso di attaccamento al Paese, eredità della tradizione rinascimentale della famiglia. Sarà proprio il desidero di far conoscere e amare l’Italia a spingerlo verso la carriera di esportatore. Alcune pagine raccontano poi l’incontro e il nascere della relazione a distanza con Nella, la futura moglie, che diventerà la sua migliore alleata, facendo della casa di Via Serragli il centro dei rapporti con i clienti.

La documentazione comprende anche materiali personali, di famiglia e fotografie, rapporti con i fornitori scelti tra i migliori su tutto il territorio nazionale e i compratori esteri, sparsi in vari continenti, dal nord America, all’Europa, al Giappone.  Lo studio permetterà di ricostruire il percorso che ha fatto di Giorgini uno dei maggiori artefici del successo internazionale del Made in Italy. Dalle prime esperienze a Massa nell’azienda di famiglia, all’avanguardia nella vendita di marmi artistici, ai viaggi oltreoceano in piroscafo con campionari selezionati, al lancio di prodotti come l’alabastro di Volterra, all’apertura dei negozi per le truppe alleate nel 1945, alle mostre itineranti in vari musei degli Stati Uniti, all’invenzione delle sfilate collettive nel 1951, fino alla scoperta del mercato giapponese negli anni ’60. La ricerca è finalizzata anche ad una pubblicazione che analizzi in modo scientifico lo stretto legame tra alto artigianato, design, moda e esportazione nel processo di formazione di un’immagine Paese che è oggi uno dei punti di forza della nostra economia. Per completare il quadro d’insieme, comprendere il carattere di Giorgini e lo spirito che ha animato tutta la sua attività, durata 50 anni, verrà presentato il contenuto di due diari scritti durante la prima guerra mondiale, andati perduti e fortunosamente ritrovati solo pochi mesi fa.



ARTIGIANATO E MODA A FIRENZE nelle carte di Giovanni Battista Giorgini
Fondazione Biblioteche della Cassa di Risparmio di Firenze
Via Bufalini 6
Martedì 12 febbraio - ore 15 -18

Battistero

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"Chi non ha sdegno, non ha ingegno"

lunedì 11 febbraio 2019

Piazza di Santo Spirito

Foto di Marco Giorgi


CONVEGNO NAZIONALE “San Miniato al Monte. Mille anni di storia e bellezza”



Lunedì 11 e martedì 12 febbraio 2019, ore 9.30
Sala delle Adunanze
Accademia delle Arti del Disegno
via Orsanmichele n.4, Firenze


Nell’ambito delle celebrazioni per il Millenario della Basilica di San Miniato al Monte, iniziate il 27 aprile 2018 e che si concluderanno il 27 aprile 2019, l’Accademia delle Arti del Disegno ha organizzato un convegno nazionale dal titolo “San Miniato al Monte. Mille anni di storia e bellezza”, con l’obiettivo di approfondire gli studi relativi agli aspetti architettonici e artistici del Complesso basilicale.
Il convegno, che si svolgerà lunedì 11 febbraio dalle 9.30 alle 17.30 e martedì 12 febbraio dalle 9.30 alle 12.30 nella Sala delle Adunanze dell’Accademia, nel Palazzo dei Beccai, in via Orsanmichele n.4, a Firenze, si articola in quattro sezioni: “Architettura e restauri”, “Marmi e mosaici”, “Luoghi d’Arte”, “Pitture murali”.

Introdurranno i lavori Cristina Acidini, Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno, e dom Bernardo Maria Gianni, abate di San Miniato al Monte. Seguirà una presentazione di Francesco Gurrieri, promotore del convegno. Interverranno quindi Gianluca Belli, Guido Tigler, Pietro Ruschi, Enrico Sartoni, Valerio Tesi, Nicoletta Matteuzzi, Renzo Manetti, Giovanni Serafini, Antonio Natali, Daniele Rapino, Francesca Petrucci, Angelo Tartuferi, Mauro Minardi, Maria Rosa Lanfranchi, Serena Padovani.

In occasione del convegno sarà inaugurata nella sede dell’Accademia una mostra fotografica dal titolo “Visioni”, incentrata su immagini in bianco e nero del monastero e della vita monastica che si svolge al suo interno. Le foto sono di Mariangela Montanari e Andrea Ulivi.

La mostra sarà visitabile con ingresso gratuito dall’11 al 15 febbraio 2019.
L’ingresso al convegno è libero.
In allegato il programma dettagliato del convegno.


Proverbio Toscano del Giorno

"Botte di buon vino, cavallo saltator e euomo rissatore, duran poco col lor signore"

venerdì 8 febbraio 2019

tourismA 2019



Pronti al grande appuntamento!
FIRENZE - Palacongressi dal 22 al 24 febbraio

Nel grande auditorium, nelle sale monumentali e nel parco di Villa Vittoria a due passi dalla stazione centrale di Firenze.

Per tre giorni una immersione totale nella Storia nell’Archeologia e nell’Arte con decine di Convegni e Workshop tematici.
Consulta il programma aggiornato

Incontri ravvicinati con i protagonisti da Alberto Angela a Philippe Daverio, da Andrea Carandini a Valerio Massimo Manfredi, da Vittorio Sgarbi a Eike D. Schmidt, da Massimo Osanna al gen. Parrulli…

Percorsi esperienziali attraverso le meraviglie della Realtà Virtuale per visitare L’ALLEGRO MUSEO e la tomba di TUTANKHAMON e ben 15 Laboratori didattici per piccoli e grandi.
Un grande Salone espostivo con Stand, Box poster e Allestimenti di musei e parchi, tour operators, istituti di ricerca, enti per il turismo, regioni italiane e stati esteri, associazioni, università…
IL BENE NOSTRO. Stati generali della gestione del patrimonio culturale dal basso con la partecipazione delle realtà associative e impreditoriali (a cura di Giuliano Volpe).

Una vasta scelta di editoria storico-archeologica presso il PUNTO LIBRI a cura di Arbor Sapientiae.

BUY CULTURAL TOURISM 2° Workshop del Turismo Culturale in Italia
Un evento B2B riservato all’incontro tra domanda e offerta di itinerari culturali tra operatori del settore turistico

Con la partecipazione di RAI CULTURA/RAI STORIA



Seguici su: www.tourisma.it
Info: 055.5062302  info@tourisma.it

14 febbraio - Incontro con il pubblico - Pierfrancesco Favino e la Compagnia incontrano il pubblico

Incontro con il pubblico



Giovedì 14 febbraio | ore 18 | Teatro della Pergola



Pierfrancesco Favino e la Compagnia incontrano il pubblico. Coordina Riccardo Ventrella.



Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Teatro della Pergola - Via della Pergola 12/32 - 50121 Firenze
www.teatrodellapergola.com - www.teatrodellatoscana.it

San Niccolò

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"A sangue caldo, nessun giudizio è saldo"

giovedì 7 febbraio 2019

Incontri con la città, domenica 10 febbraio alle ore 10.30

Domenica 10 febbraio nuovo appuntamento degli "Incontri con la città. Leggere il presente per comprendere il futuro", il ciclo di lezioni aperte a tutti organizzate dall'Ateneo fiorentino.

Le malattie rare. Ieri, oggi e domani è il tema dell'incontro.

La relatrice sarà Maria Luisa Brandi, docente di Endocrinologia. Introduce e coordina Gianni Pietraperzia.

L'incontro, che si terrà presso l'Aula Magna del Rettorato (piazza S.Marco 4), è a ingresso libero.

12 febbraio - Giornata studio: Artigianato e moda a Firenze


San Valentino sulla Torre di Arnolfo Accesso esclusivo alla Torre di Palazzo Vecchio con brindisi panoramico

Anche per il 2019, in occasione della festa di San Valentino, giovedì 14 febbraio, i Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E, grazie a Bistrot 74 (via dei Servi 18r Firenze) propongono anche quest’anno un evento speciale per tutte le coppie.

Al costo di €17,50 sarà possibile visitare in esclusiva il camminamento di ronda e la Torre di Palazzo Vecchio, fino a raggiungere la cima per godere di una meravigliosa vista notturna sulla città e festeggiare con un brindisi.

La Torre svetta su Firenze con i suoi 95 metri di altezza e con il camminamento di ronda merlato è il coerente compimento del primo nucleo del palazzo, sorto tra Duecento e Trecento come sede del governo fiorentino: un palazzo-fortezza caratterizzato dal severo bugnato in pietra forte e coronato appunto da un’alta Torre, che avrebbe assolto al compito di avvistare i nemici ma anche a quello di celebrare il potere del nuovo governo.

All’interno della Torre si sviluppa una scala in pietra di 223 scalini, che consente di giungere a un ultimo livello di avvistamento merlato: qui, con una spettacolare vista a 360° su Firenze, sarà proposto alle coppie un elegante brindisi.

In caso di pioggia il brindisi sarà servito al coperto nel camminamento di ronda.

 Accesso esclusivo alla Torre di Palazzo Vecchio con brindisi

    Quando: 14 febbraio 2019 dalle h18.30 alle h20.30 (ultimo accesso h20.00)
    Costo: €17,50 a persona

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni:
Mail info@muse.comune.fi.it
Tel. 055-2768224, 055-2768558

Le foto di Massimo Sestini diventano mostra permanente al Mandela Forum di Firenze

Inaugurazione

 mediterraneum
Il diritto alla speranza - Scatti dal mare

Martedì 12 febbraio 2019 alle ore 15
Nelson Mandela Forum - Piazza Berlinguer - Firenze

Mostra  fotografica permanente di Massimo Sestini
Scatti realizzati durante le operazioni di soccorso ai migranti della Marina Militare Italiana

Sarà presentata martedì 12 febbraio alle ore 15, al Mandela Forum di Firenze (piazza Berlinguer), la mostra fotografica “mediterraneum - il diritto alla speranza, scatti dal mare” di Massimo Sestini, tra i maggiori foto-reporter italiani.

Tra le 14 foto, stampate in formato extra large (5x3 e 3x2), retro-illuminate e poste all’ingresso della struttura – alcune a soffitto – anche il celebre scatto “mare nostrum” con cui Massimo Sestini si è aggiudicato il World Press Photo 2015, tra i più importanti premi foto-giornalistici al mondo.

Il servizio fotografico da cui sono tratte le immagini è stato realizzato durante le operazioni di soccorso ai migranti della Marina Militare Italiana.

Il vernissage è aperto al pubblico. La stampa è cordialmente invitata.

Saranno presenti l’autore, Massimo Sestini, il presidente della Nelson Mandela Foundation Sello Hatang e le massime autorità cittadine e regionali.

L’iniziativa conclude l'anno di attività che l'associazione Nelson Mandela Forum ha dedicato al centenario della nascita di Nelson Mandela.







“Neo-nomadi e Autoctoni”
Opere di Andrey Esionov
L’umanità in movimento nello sguardo dell’acquarellista russo


A cura di Alexander Borovsky

5 marzo – 28 aprile 2018


ANTEPRIMA STAMPA
Martedì 5 marzo, ore 11.30
Sala delle Esposizioni
Accademia delle Arti del Disegno
Via Ricasoli n.68 (angolo Piazza San Marco), Firenze


INAUGURAZIONE MOSTRA
Martedì 5 marzo 2019, ore 17.30
Sala delle Esposizioni
Accademia delle Arti del Disegno
Via Ricasoli n.68 (angolo Piazza San Marco), Firenze


Andrey Esionov, Fattore Psi, 2017, сarta, acquerello, 76 × 56


Dal 5 marzo al 28 aprile 2019 l’Accademia delle Arti del Disegno presenta l’opera del pittore Andrey Esionov (Tashkent, 1963), maestro dell’arte figurativa russa contemporanea.
La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni” realizzata con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana e concepita in collaborazione con l’Accademia Russa di Belle Arti, è curata dal critico Alexander Borovsky e sarà visitabile con ingresso gratuito nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli n.68, a Firenze.

Il titolo della mostra deriva dal ciclo di lavori “Neo-nomadi”, un’analisi dedicata a un evento strutturale che si sta realizzando in tutto il mondo: l’umanità in movimento, dai grandi flussi migratori fino al turismo di massa. Questo fenomeno non è visto con lo sguardo di chi accoglie o di chi migra, ma da una prospettiva inedita, quella dall’estraneo che è in grado di coglierne sfumature e paradossi. L’esposizione racconta quindi i mutamenti e le contraddizioni di un’umanità in costante movimento, attraverso 42 opere, tratte da otto diverse serie di acquerelli, con le quali l’artista realizza una riflessione critica, surreale e pungente intorno allo scenario delle metropoli contemporanee e all’umanità che le popola.
La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni” rappresenta uno dei principali avvenimenti artistici italiani del 2019 e sarà la prima tappa di un ciclo di mostre personali volte a far conoscere in Italia l’arte, la ricerca artistica e la poetica di Andrey Esionov. Dopo Firenze, la mostra proseguirà a Roma dove, nel mese di settembre 2019, le opere dell’artista saranno esposte nella splendida cornice del Museo di San Salvatore in Lauro.   

La mostra sarà visitabile dal 5 marzo al 28 aprile 2019 con i seguenti orari:
Da martedì a sabato: ore 10.00-13.00 e 17.00-19.00
Domenica: ore 10.00-13.00
Lunedì chiuso
Ingresso libero


DOWNLOAD PDF COMUNICATO STAMPA
COMUNICATO STAMPA MOSTRA Andrey Esionov



Per ulteriori informazioni:

Accademia delle Arti del Disegno
Via Orsanmichele, 4, 50123, Firenze
Telefono: +39 055 219642
E-mail: info@aadfi.it
www.facebook.com/aadfi
www.aadfi.it

Veduta dalle Oblate

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"Al legno mentre ardendo fa romore, niuno si levi in piè per fargli onore"

martedì 5 febbraio 2019

Associazione Archeosofica, Sezione di Firenze - Due nuovi Corsi in programmazione

Due nuovi Corsi in programmazione.

Il primo è dedicato ai “Simboli del Medioevo” e inizierà Sabato mattina 9 Febbraio con la visita guidata “Firenze Templare” a cura di Alessandro Mazzucchelli. Il Corso è articolato in sei lezioni e quattro visite guidate. Sono previste esercitazioni e momenti interattivi per un approccio diretto al mondo dei simboli.

Per leggere un breve articolo di presentazione e vedere il programma completo del Corso clicca https://archeosofiafirenze.org/2019/02/03/simboli-medioevo/

Per partecipare alla visita guidata “Firenze templare” il termine ultimo per le iscrizioni è Giovedì 7 Febbraio.

Il secondo “Astrologia stellare” inizia Venerdì 8 Febbraio alle 18.00 e prevede quattro lezioni fino al 2 Marzo e due visite guidate.

Per leggere un breve articolo di presentazione e vedere il programma completo degli incontri vedi il nostro sito alla pagina https://archeosofiafirenze.org/2019/01/31/astrologia-stellare/

Per partecipare a uno o entrambi i Corsi, e anche a tutte le altre attività in programma, è sufficiente essere soci o associarsi in questa occasione.


Associazione Archeosofica, Sezione di Firenze

Lungarno Guicciardini, 11/r

50125 Firenze

Tel. 055215940

info.firenze@boxletter.net

http://archeosofiafirenze.org

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze

Firenze

Foto di Sara Pezzoli


Basilica di Santa Croce

Foto di Giovanna Scorsone

Loggia de'Lanzi

Foto di Giovanna Scorsone





Proverbio Toscano del Giorno

"L'acqua scaldata, più tosto gelata"

lunedì 4 febbraio 2019

venerdì 1 febbraio 2019

Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana - Inizia il corso di MBI - MINDFULNESS BASED INTERVENTIONS PER LA RIDUZIONE DELLO STRESS E DELL’ANSIA con pratiche di COMPASSIONE

martedì 19 febbraio partirà un nuovo corso di  MBI  - MINDFULNESS BASED INTERVENTIONS PER LA RIDUZIONE DELLO STRESS E DELL’ANSIA con pratiche di COMPASSIONE a Firenze  

Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana
Via Marsala 11 - 50135 Firenze

 martedì 5 febbraio dalle 20 alle 22 ci sarà la presentazione , ingresso libero con prenotazione.

Le date e gli orari del corso sono i seguenti:
9 incontri , 8 serali e una giornata intensiva di sabato.
 19, 26 FEBBRAIO;  5,12,19,26,MARZO; 2, 9 APRILE dalle 20 alle 22.30
 e 1 giornata di ritiro sabato 30 MARZO dalle 9.30 alle 16.30 


 Sulla mindfulness- La prospettiva della mindfulness introduce un modo profondamente diverso di porsi in relazione con la propria esperienza, per ridurre l'intensità della sofferenza emotiva e fisica attraverso l'apprendimento di pratiche di consapevolezza, coltivando una pratica di meditazione consapevole e la riconnessione con il corpo. Attraverso la consapevolezza sviluppiamo la nostra capacità di prestare attenzione al momento presente con intenzione in modo non giudicante, con gentilezza e compassione. In questo corso impariamo una modalità per entrare in contatto con ciò che succede dentro e fuori di noi, per prenderci cura del corpo e della mente, sviluppando la capacità di stare nel presente. Questo corso è un metodo sistematico per gestire stress, dolore e malattie, ma anche per affrontare efficacemente le sfide della vita quotidiana attraverso la riscoperta di una capacità intrinseca a noi esseri umani da sempre presente.

“Che effetto farebbe prendere dimora nel proprio corpo, nella sensazione di essere vivi e basta, anche se per pochi attimi, diciamo per cinque minuti alla fine della giornata, sdraiati a letto o seduti da qualche parte, la sera o all’inizio della giornata, persino prima di mettere già i piedi dal letto? Che effetto farebbe? Potete scoprirlo, naturalmente, se solo incontrate voi stessi evitando deliberatamente di riempire il momento presente di qualcosa” J.Kabat Zinn

Per informazioni e iscrizioni :
cell. 3396788142

Ponte Vecchio


Foto di Sara Pezzoli
 
 

Proverbio Toscano del Giorno

"Fiume furioso, tosto rischiara"