lunedì 31 marzo 2014

Il cielo sopra Firenze (Lungarno Pecori Giraldi il 23 marzo)


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi è in alto, non pensa mai al cadere / Chi è più alto, è il bersaglio di tutti."

domenica 30 marzo 2014

San Miniato

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Il caritatevole dà dalla porta, e Iddio mette dentro dalle finestre"

sabato 29 marzo 2014

Il Ponte Vecchio e il Corridoio Vasariano

Foto di Sara M. Pezzoli


1 e 2 aprile - Le Murate - Cineteca di Firenze al Caffè Letterario

h 21:30  -  Proiezione film

Cineteca di Firenze al Caffè Letterario
La "Bottega del Cinema" presenta:

Le grandi dive tra letteratura e cinema
Brigitte Bardot
LA RAGAZZA DEL PECCATO

Dal romanzo di Georges Simenon, di Claude Autant-Lara con Jean Gabin, Franco Interlenghi, Francia / Italia -  1958 – 122'

Un avvocato di mezza età si innamora di una giovane cliente accusata di una rapina, ma prima che l'uomo lasci la moglie la ragazza viene uccisa da un amante.

MARTEDÌ 01 APRILE

h 21:30  -  Proiezione film

Cineteca di Firenze al Caffè Letterario
La "Bottega del Cinema" Andrea Vannini presentano:

RICORDO DI ALAIN RESNAIS (1922-2014)
L'ANNO SCORSO A MARIENBAD

Dal racconto di Alain Robbe-Grillet, di Alain Resnais. Con Giorgio Albertazzi, Delphine Seyrig 1961 - Francia -  94'

La serata teatrale organizzata in una sontuosa villa di campagna si trasforma, per una giovane invitata, in un complicato viaggio nella memoria. Uno sconosciuto intraprendente insiste di averla conosciuta l'anno precedente a Marienbad, ma la donna non ne è affatto sicura. L'uomo desidera portarla via, ma la donna non fa altro che rimandare l'evento. Il film non rivela chi dei due abbia ragione e si perde nei numerosi flashback  dei protagonisti, che pronunciano pochissime battute, mantenendosi quasi sempre statici sulla scena.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze 
(+39) 055 2346872 

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi serve a ufo a male remunerati, è miracolo se non falla"

venerdì 28 marzo 2014

L'Arno dal centro alle Cascine

Foto di Michela Di Lorenzo


Panorama di Firenze

Foto di Marco Giorgi


Il cielo sopra Firenze (2)

Foto di Sara M. Pezzoli


29 marzo - Palazzo Vecchio - "Divertimento Novecento: Grandi compositori per flauto solista" - Ingresso libero

16.30: "Divertimento Novecento: Grandi compositori per flauto solista". musiche di Cavallari, Muczynski, Karg-Elert, Bozza, Petrassi, Varese, Tomasi. a seguire "La Notte delle Statue" di Marco Vichi, letture di L. Degli Innocenti e musiche di Debussy, Honeger, Beltrami, Boncompagni.
Informazioni: 055 2341049 www.iltrillo.com
Categoria: Musica classica, opera e balletto

Orario: dalle 16.30
Evento gratuito: Si

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Il furfante in ogni luogo trova tre cose, osteria, prigione e ospedale."
(Può iniziare bene, ma finisce male)

giovedì 27 marzo 2014

Modi di dire: "Si batte il sandalo?"

Testo di Roberto Di Ferdinando

Espressione usata, solitamente, d'estate, al mare, quando prossimi all'orario (verso "ì tocco" - le ore una, perché la campana, che specialmente in passato segnava il tempo per chi era fuori di casa, fa un solo "tocco" sonoro) del pranzo (il desinare) si decide di lasciare la spiaggia e quindi, prima di riprendere lo stradellino verso la pineta si è soliti battere le calzature estive (sandali) per rimuovervi la sabbia fastidiosa. Tale espressione ormai persa, era usata anche in città, per indicare che era arrivato il momento di lasciare un luogo.
RDF

Ponte Santa Trinita

Foto di Michela Di Lorenzo


La collina di Bellosguardo

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Non si fa fascio d'ogni erba, ma sì ghirlanda d'ogni fiore."
(Non raccontare ogni cosa, ma prendere il fiore d'ogni cosa)

Il cielo sopra Firenze

Foto di Sara M. Pezzoli


mercoledì 26 marzo 2014

martedì 25 marzo 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Quando è seren, ma la montagna scusa, non ti fidar che non è mai sicura / Montagna chiara e marina scusa, ponti in viaggio senza paura / Quando è chiara la montagna, mangia, bevi e va in campagna (non piove)"

Buongiorno Firenzeeeeeee - Dopo il temporale

Foto di Sara M. Pezzoli


lunedì 24 marzo 2014

Per le strade del centro

Foto di Marco Giorgi



Pizzeria Ristorante Sciue' Sciue' - Il primo martedì di ogni mese la pizza è vegan!

Pizzeria Ristorante Sciue' Sciue'
La vera pizza napoletana cotta nel forno a legna a Firenze. Anche ristorante!!
Via G.B. Foggini 7, 50142 Firenze -
E-mail sciuesciue.ristorante@gmail.com
https://www.facebook.com/SciueSciueRistorante?fref=ts



Sciue' Sciue' è Vegan Friendly!

L'impasto della pizza non usa nessun ingrediente di origine animale.
I piatti fritti vengono fritti esclusivamente nell'olio. In nessun piatto viene utilizzato lo strutto.
Se al cameriere (vegetariano) e alla cameriera (vegana) dite di essere vegetariani/vegani saprà cosa consigliarvi (senza brutte sorprese ) anche la cuoca sa cosa un vegano, per scelta, può e non può mangiare!

Certificazione VeganOk (http://www.veganok.com/ristorante-pizzeria-sciue-sciue/)

Il Duomo tra i tetti

Foto di Michela Di Lorenzo


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi ha fatto il mondo, lo può mutare / Chi fa il carro, lo sa disfare."

domenica 23 marzo 2014

“Quando io c’ero, c’era!”

Testo di Roberto Di Ferdinando

“Quando io c’ero, c’era!” La tradizione(leggenda) attribuisce questa frase a Dante, invece, meno certa sarebbe l’occasione ed il luogo in cui il poeta l’avrebbe pronunciata. Ci sono più versioni, incerto il luogo preciso, ma tutte convengono che Dante la rivolse ai soldati della Repubblica fiorentina che lo cercavano durante il suo esilio. Forse la frase fu pronunciata al Poggio della Maestà sull’Appennino tosco-romagnolo (presso la cascata dell’Acqua Cheta citata dallo stesso Dante nella Divina Commedia) dove il Sommo poeta aveva trovato rifugio; oppure detta in quel di Pieve a Nievole (precisamente dove oggi sorge il Ponte di Dante) mentre attendeva l’esito della battaglia tra guelfi e ghibellini che si stava svolgendo in quella piana; oppure, ancora, presso la Rocca di Cerbaia, nell’attuale comune di Cantagallo. Riporto la versione raccontata riguardo quest’ultimo luogo. La rocca, opera del 1100, era un’ avanguardia strategica a difesa della valle del Bisenzio e dell’antica via Lombarda. Era di proprietà dell’antica famiglia fiorentina degli Alberti, che per un certo periodo vi soggiornarono pure. Nel 1285 Dante chiese agli Alberti di potervi scontare il suo esilio da Firenze. Gli Alberti non gli concessero l’ospitalità, preoccupati che questo potesse suscitare tensioni con le autorità politiche fiorentine. Ma Dante non si perse d’animo e scelse quale suo rifugio, l’ospitalità di un pastore che aveva una piccola dimora proprio alla base del poggio dove sorge la rocca (tutt’oggi sono visibili i resti di questa casa contadina). Un giorno, alcuni soldati fiorentini giunsero sul luogo in cerca del Sommo Poeta. Non trovandolo alla rocca iniziarono a visitare le abitazioni vicine, giungendo così ben presto a quella del nostro pastore. Bussarono e fu proprio Dante ad aprirgli. I soldati, convinti di parlare con il proprietario della casa, gli chiesero se avesse visto ospite alla rocca un certo Dante Alighieri. A questa domanda il poeta rispose senza titubanze la verità: “Quando io c’ero, c’era!”. I soldati imprecarono di essere arrivati troppo tardi e se ne andarono, lasciando, immagino, Dante molto divertito dell’accaduto.
RDF

Rocca Cerbaia

Sullo sfondo Rocca Cerbaia, in primo piano, secondo la leggenda, la casa del pastore che ospitò Dante

Firenze da sempre....

Foto di Sara M. Pezzoli


Le buche "rock" di San Lorenzo

Foto di Marco Giorgi


Tramonto sui lungarni

Foto di Michela Di Lorenzo



Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Domandando si va per tutto (Domandando si va a Roma)."

sabato 22 marzo 2014

giovedì 20 marzo 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno

"Chi mangia il ferro, deve avere le budelle di piombo."

24 marzo - SOLENNE CERIMONIA AL SACRARIO DEL CAMPO DI MARTE

LUNEDI’ 24 MARZO 2014
SOLENNE CERIMONIA AL SACRARIO
DEL CAMPO DI MARTE
Commemorazione del sacrificio dei cinque giovani fucilati dai nazifascisti il 22 marzo 1944

Saranno presenti
le rappresentanze del Comune di Firenze, Comune di Vicchio di Mugello , altri Comuni ed Enti dell’Area Fiorentina, Federazione Regionale Toscana delle Associazioni Antifasciste e della Resistenza Programma
Ore 10,30 - Ritrovo dei partecipanti presso l’ex Istituto Nazionale dei Ciechi in via
Nicolodi n.2, corteo fino al sacrario del Campo di Marte (presso lo Stadio)
dove saranno resi gli Onori, deposta la corona e impartita la benedizione
Ore 11,00 - Interventi commemorativi

mercoledì 19 marzo 2014

Firenze nella nebbia

Foto di Sara M. Pezzoli


La Firenze che non c'è più

Immagine del Quartiere di Santa Croce (dove oggi sorgono le Poste di Piazza Salvemini) durante gli interventi urbanistici degli anni Trenta del Novecento-
Foto tratta da: Roselli, Romby, Fantozzi Micali, I Teatri di Firenze, Ed. Bonechi)


Piazza della Signoria

Foto di Marco Giorgi


Lungarni

Foto di Michela Di Lorenzo


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Quando l'acqua tocca il culo s'impara a nuotare"

martedì 18 marzo 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi può andar di passo per l'asciutto, non trotti per il fango."

lunedì 17 marzo 2014

Le luci nella notte di Firenze

Foto di Sara M. Pezzoli


Il Duomo visto dai tetti fiorentini

Foto di Michela Di Lorenzo


Per le strade di Firenze

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno

"Acqua torba non lava."
(si suol dire di una giustificazione, quando è fatta da una persona di mala fama)

venerdì 14 marzo 2014

Le luci di Palazzo Vecchio

Foto di Sara M. Pezzoli


Il cielo dietro Orsanmichele

Foto di Marco Giorgi



Lungarni

Foto di Alessia Di Ferdinando


Proverbio toscano del giorno

Proverbio toscano del giorno:

"Chi dei panni altrui si veste, presto si spoglia"

Mamma Luna - l'E-book che facilita l’apprendimento della propria lingua madre o delle lingue straniere



Questa combinazione facilita l’apprendimento della propria lingua madre o delle lingue straniere.

La storia racconta l’avventura di una tartaruga marina che deve aiutare una piccola stella caduta dal cielo.

Questo racconto, sulla paura del buio e sulla volontà di aiutare un amico in difficoltà, nasce dall’entusiasmo di un gruppo di persone che condividono lo stesso desiderio: prendersi cura del futuro!

Far pensare, esplorare, conoscere, ridere e sorridere i bambini vuol dire tenerli per mano e accompagnarli nel grande viaggio della crescita.

Ecco il nostro intento, speriamo di essere riusciti a realizzarlo.

Benvenuti dunque e buona lettura a voi e ai vostri bambini.

Testi: Mariagrazia Bertarini
Illustrazioni: Stefano D’Ambrosio
Voci: Maria Chiara Salucco
E-book design: Stefano Angelo
Musica originale – editing audio: Rebus Multimedia

Info: http://www.edida.net/edidatelling/mamma-luna/

mercoledì 12 marzo 2014

15 marzo - Libreria Salvemini - Dibattito "Partire" - Ingresso libero

Incontro "Partire" presso la Libreria Salvemini, Piazza Salvemini a Firenze alle ore 11,00 di Sabato 15 marzo.



Interverranno Antonio Breschi- musicista dei Whisky Trail; Pavel Gawieski- pastore protestante, Mauro Marrani- Comitato Vespucci; Francesca Mercanti- ex borsista Erasmus e Niccolò Rinaldi - eurodeputato gruppo ALDE.


In una società di spostamenti e movimenti continui – e non solo fisici, anche mentali, culturali, perfino spirituali, tra costanti contaminazioni – c'è chi decide o chi deve partire, separarsi, cambiare. E chi decide o deve tornare, diverso - arricchito o più povero, in tutti i sensi. C'è anche chi resta, non lascia il suo punto di osservazione, protetto da una comunità di appartenenza, oppure tagliato fuori dal resto del mondo. Infine, vi sono coloro per cui partenza e ritorno sono un fatto della vita continuo, il nomadismo di un costante peregrinare attraverso terre, lavori, idee che cambiano ogni volta.
Partire, tornare, restare, nomadismo: quattro parole d'ordine della nostra società, quattro possibili inclinazioni personali, desideri e sogni, ma anche condizioni imposte, e altrettante sfide esistenziali e culturali per un'Europa in mutazione e una politica statica.
Quattro incontri in libertà senza tesi preconfezionate, per confrontare le voci di chi ha qualcosa da raccontare del suo cammino – in qualsiasi direzione.


Pinko a Firenze

Foto di Marco Giorgi


La Bella di Notte

Foto di Sara M. Pezzoli


domenica 9 marzo 2014

Sogni in corso

Foto di Sara M. Pezzoli


Il Duomo

Foto di Niccolò Di Ferdinando


Palazzo della Signoria

Foto di Alessia Di Ferdinando


Un po' di ironia: Grassina (FI) - Droghe leggere toscane?



Spinello di Luca Spinelli, comunemente noto come Spinello Aretino (Arezzo, ca. 1350 – 14 marzo 1410), è stato un pittore italiano, tra i più attivi in Toscana nella seconda metà del Trecento.

Biografia: http://www.treccani.it/enciclopedia/spinello-aretino_(Enciclopedia-dell'-Arte-Medievale)/

Piazza della Signoria

Foto di Marco Giorgi


Curiosità di Firenze a Taste








12 marzo - Cena al... Verde a Tamerò - Serata tutta BIO

Cena al... Verde a Tamerò
Mercoledì 12 marzo Cena Speciale in Santo Spirito.
Serata tutta BIO nel fascinoso pasta bar nella piazza più viva della città

Tamerò - pasta bar
Piazza Santo Spirito 11r - Firenze

Tel: 055 282596
Mail: info@tamero.it