giovedì 31 luglio 2014

Firenze, Medaglia d'Oro al Valore Militare

L'11 agosto prossimo si celebreranno i 70 anni della liberazione di Firenze. Dall'11 agosto al 1° settembre 1944 la città fu teatro di sanguinosi scontri tra gli Alleati e la Resistenza, da una parte, e le truppe tedesce in ritirata, dall'altra.
Per quei giorni di conflitto duro, Firenze fu insignita della medaglia d'oro al valor militare con la seguente motivazione:

"Generosamente e tenacemente, nelle operazioni militari che ne assicurarono la liberazione, prodigò se stessa in ogni forma … mutilata nelle persone e nelle insigni opere d'arte … nel centro, sulle rive dell'Arno e del Mugnone, a Careggi, a Cercina e dovunque; donava il sangue dei suoi figli copiosamente perché un libero popolo potesse nuovamente esprimere se stesso in una libera nazione.       Firenze, 11 agosto - 1 settembre 1944"

RDF

ProverbioToscano del Giorno

ProverbioToscano del Giorno:

"Ogni volta che uno ride, leva un chiodo alla bara"

mercoledì 30 luglio 2014

"SAVE" - Il negozio di scarpe e accessori vegan in via dei Pilastri

SAVE (Scarpe e Accessori VEg) Shoes And Accessories
negozio multimarca di scarpe e accessori animal friendly, tra cui scarpe giapponesi con materassino in fibra di noce di cocco e borse di Dinamica, una microfibra ricavata dal riciclo delle bottiglie di plastica

save@saveshop.it
www.saveshop.it
10:30-19
Chiude la domenica e il lunedì
via de' Pilastri 7a/r
50121 Firenze
+39 338 4333 958







ATTENZIONE: IL NEGOZIO HA CHIUSO A SETTEMBRE 2014


"Firenze low cost" di Deborah Macchiavelli, Chiara Natali - GUIDA ANTICRISI ALLA CITTÀ PIÙ CHIC D’ITALIA

Firenze low cost
Deborah Macchiavelli, Chiara Natali
GUIDA ANTICRISI ALLA CITTÀ PIÙ CHIC D’ITALIA

Scrigno di tesori a cielo aperto, Firenze è una delle mete turistiche più amate in assoluto. Chi ci abita non si sognerebbe mai di scambiarla con un’altra città. Salvo che… un gelato a Ponte Vecchio può costare quanto una piccola utilitaria! Tutto vero, ma anche all’ombra del David o nei meravigliosi vicoli del centro storico esiste un mondo di soluzioni insospettabilmente low cost e di qualità, per godersi senza ansie lo splendore di una delle città più antiche e sorprendenti del Belpaese. Sfogliando questa guida scoprirete un ostello super economico nel cuore di San Frediano dove potrebbe capitarvi di partecipare a uno spettacolo di tango o a un brunch bio, il club dove ascoltare indie rock sorseggiando una birra low cost, la biblioteca con vista sul Duomo dove portare i bambini ad ascoltare le fiabe, l’outlet che vende solo scarpe italiane ma a prezzi rigorosamente stracciati, il mercatino vintage più cool d’Italia e tanti altri indirizzi per la cultura, il buon cibo e il divertimento. Dalla community fiorentina numero 1 sul web, una Firenze inedita, un luogo dove è possibile vivere bene e che rimane, prima di tutto, a misura di individuo. E di turista.

Firenze low 
Deborah Macchiavelli, Chiara Natali
Editore: Bur
Prezzo: 9.90 €
Pagine: 288

Villa Firenze: la residenza dell’Ambasciatore Italiano a Washington

(Testo di Roberto Di Ferdinando)

Villa Firenze a Washington DC
La residenza privata dell’ambasciatore italiano a Washington, oggi Claudio Bisogniero, è intitolata a Firenze, “Villa Firenze”. Costruita tra il 1925 ed il 1927 dal colonello Arthur O’Brien e sua moglie, Mrs. Blanche Estabrooke Roebling O’Brien, la villa è al centro di un parco di 22 acri, nel cuore di Rock Creek Park a Washington, DC. Nel 1930 passa di proprietà all’ambasciatore John Pelenyi, inizia così il legame della villa con la diplomazia. Nel 1942 avviene un altro passaggio di proprietà, questa volta al colonnello Robert Guggenheim e a sua moglie Polly. L’ufficiale è appassionato di arte e dell’Italia, da qui nasce, invece, il legame con in nostro paese e Firenze. Robert Guggenheim, in onore di sua madre, Florence, e della sua passione per l’arte italiana, battezza la residenza “Villa Firenze”. La villa, grazie al dinamismo culturale dei  Guggenheim, diventa punto di riferimento per l’alta borghesia, per il mondo artistico e letterario e per gli alti dirigenti politici della capitale. Nel 1967 la casa ospita una festa privata in onore del presidente Lyndon Johnson e da quel giorno, ogni anno, ancora oggi, la villa è sede di un’importante riunione di beneficenza. Nel 1976 la proprietà è venduta al Governo Italiano per 4.3 milioni di dollari. La Villa diventa Residenza Ufficiale dell’Ambasciatore d’Italia, la più prestigiosa tra tutte le Residenze diplomatiche di Washington, DC.
RDF

Per una navigazione all’interno di “Villa Firenze”:
http://www.ambwashingtondc.esteri.it/Ambasciata_Washington/Menu/Ambasciata/La_sede/VFarchitecture.htm

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Il piangere puzza a' morti e fa male ai vivi"

martedì 29 luglio 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi vuol vivere e star bene, pigli il mondo come viene"

lunedì 28 luglio 2014

Trattoria “Al Fresco” del Four Season

Dallo scorso anno, durante il periodo estivo, il lussuoso (cinque stelle) Hotel Four Season offre la possibilità di mangiare, oltre che nella veranda dei ristoranti interni “Il Palagio” e “La Magnolia”, anche presso “Al Fresco”, la trattoria e pizzeria di qualità allestita nella terrazza a bordo della piscina, all’interno dello splendido giardino. Un’ambientazione unica a Firenze dove mangiare all’aperto. Il menu offre prevalentemente piatti della tradizione gastronomica toscana, cucina internazionale, carni (non può mancare la “bistecca alla fiorentina”) e pesci alla brace, con la possibilità (solo a cena) di gustare buone pizze dal bordo leggermente alto, accompagnate da birre particolari. Nel menu ampia l’offerta di piatti vegetariani ed a pranzo ricca quella di insalatone. Gli ambienti esterni dove si mangia sono ovviamente lussuosi, ma senza esagerazioni, come si dice in questi casi: “con classe”, e curati nei particolari. Si accede al giardino de “Al Fresco” dall’ingresso principale dell’albergo, in Borgo Pinti, avendo così l’opportunità di attraversare le eleganti sale dell’antico palazzo della Gherardesca, con la possibilità di soffermarsi per un aperitivo al bar (che offre anche piatti freddi e caldi) da gustare anche nell’area esterna a ridosso del parco. Il servizio è ineccepibile: sorridente, attento, presente e disponibile a soddisfare i gusti culinari dell’ospite. Consiglio di recarsi a cenare ancora in presenza di luce così da poter ammirare la bellezza del parco, il più esteso parco privato in Firenze.
Ovviamente i prezzi sono un po’superiori alla media  - il Four Season è superiore alla media….. - : ordinando pizza, birra e dolce la spesa si aggira sui 30/35 euro, comunque merita…
RDF

Trattoria “Al Fresco”
Hotel  Four Season
Borgo Pinti, 99, 50121 Firenze
Telefono: 055 26261
www.fourseasons.com/it/florence/
RDF

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Il guadagno si fa il giorno della compra"

sabato 26 luglio 2014

Terrazza Brunelleschi - Grand Hotel Baglioni: tutti i giorni dalle 17 in poi....aperitivo Terra, mare, vegetariano

Terrazza Brunelleschi - Grand Hotel Baglioni
Tutti i giorni dalle 17 in poi....aperitivo terra, mare, vegetariano



Piazza dell'Unità Italiana 6
Telefono +39 055 2358 8560/8865
E-mail info@terrazzabrunelleschi.it
Sito Web http://www.terrazzabrunelleschi.it

Bioveggy il nuovo ristorante gluten free & vegan a Firenze

Ho  sperimentato la cucina crudista (nutrirsi di alimenti crudi o essiccati a temperature non superiori ai 47° perché non perdano i loro valori nutrizionali) e l’ho fatto al Bioveggy il ristorante completamente vegano, bio e gluten free aperto da meno di due mesi  a Firenze sud. E’ stata una piacevole e gustosa sorpresa. Il Bioveggy si presenta molto bene con arredamento moderno e luminoso. Preferibili i tavoli davanti al “banco del crudo” dove è possibile osservare il vegan chef Eduardo Ferrante (http://www.vivirvegan.it/) al lavoro mentre prepara i piatti e disponibilissimo a presentare, consigliare e spiegare i piatti ed il crudismo ai clienti. Amplissimo il menu di piatti vegani, e da assaggiare quelli del “banco del crudo”: speciali gli spaghetti di zucchine conditi. I menu (vegan e crudo) variano quotidianamente e variano anche da pranzo a cena. Ottimi i dolci, anche qui offerti nella versione crudista. Porzioni (secondo me purtroppo) non abbondanti.
Tutti  i prodotti offerti sono biologici certificati, anche le bevande.
Pranzo: 10/20 euro, Cena: 20/30 euro.
RDF


Bioveggy S.r.l.
Via Erbosa 12r-14r
Tel. 3338359787
www.bioveggy.it
Aperto da martedì a domenica, nei seguenti orari:
Pranzo dalle 12 alle 14,30
Cena dalle 19,30 alle 22,30
Venerdì e sabato cena dalle 19,30 alle 23,00

Pitture di Firenze: "Il Duomo" opera di Akiyo Takano

Opera di Akiyo Takano


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Se vuoi piaceri, fanne"

giovedì 24 luglio 2014

Pitture di Firenze: "Ponte Vecchio e Ponte Santa Trinita" di Akiyo Takano

"Ponte Vecchio e Ponte Santa Trinita" di Akiyo Takano


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Mai si balla bene se dal cor non viene"

mercoledì 23 luglio 2014

L'estate tarda ad arrivare....

Foto di Marco Giorgi


Firenze su misura, la guida al cuore 'fashion' della città (Gruppo Editoriale)

340 pagine, 155 prestigiose boutique, oltre 400 immagini realizzate in esclusiva dall’obiettivo del fotografo Dario Garofalo. Seconda edizione (la prima è stata pubblicata nel novembre 2012), la guida, in doppia lingua italiano e inglese, è suddivisa in cinque macro categorie - fashion, kids, beauty, jewelry, home - ed è dotata di tutte le informazioni pratiche necessarie per visitare e contattare i preziosi spazi dello shopping.



http://www.gruppoeditoriale.com/libriguide.php

Firenze Su Misura, la serie di guide finalizzate a riscoprire e a promuovere quei settori che hanno reso la città  di Firenze famosa in tutto il mondo. Da Craft Shopping Guide, dedicata all'artigianato nato nelle botteghe della città , a Shopping Guide dove sono raccontate in modo personale ed esclusivo tutte le boutique moda, design e gioiellerie del centro storico fino a Food Shopping Guide, dove la realtà  enogastronomica della città , fatta di piccoli e specializzatissimi negozi, spesso a conduzione familiare, che da generazioni vantano le migliori specialità  del territorio insieme a peculiarità  provenienti da tutto il mondo, trovano la loro giusta visibilità.


Pitture di Firenze: opera di Akiyo Takano


Modi di dire: “penzoloni” e “ciondoloni”

Indica qualcosa che pende, che attaccato a qualche supporto penzola (pende) giù. “Rizzando l'orecchie, che prima erano languide, e penzoloni…”.
Deriva da penzolo (frutta o cibo appeso) a sua volta derivante da latino “pendens” o “pensilis” (pendente).
In riferimento a persone che tendono usare dondolare eccessivamente, nel camminare le braccia o, seduti, le gambe, si usa anche l’espressione: “ciondoloni” cioè che ciondolano, dal latino “ex-undulare” ondeggiamento eccessivo, o da “pendulare” che penzola con moto oscillatorio.
Roberto di Ferdinando

Santa Croce dai tetti...

Foto di Marco Giorgi


27 luglio - Villa Demidoff, Parco Mediceo di Pratolino - Concerto. Demidoff Ensemble - Ingresso libero

27 luglio - ore 19

Demidoff Ensemble

Pianoforte: Dalida Jacono

Contrabbasso: Filippo Pedol

Batteria: Claudio Fontanelli

Programma:

Claude Bolling:  “A la francaise”, “Bach to swing”, “Blue kiss from Brazil”, “Étude in blue”, “Fiancées en folie”, “Garnerama”, “Not this time”

Demidoff Ensemble nasce dalla sinergia di un gruppo di musicisti. Alcuni sono insegnanti presso l’omonima Associazione Culturale e Musicale, altri procengono da esperienze musicali e didattiche diverse. Tutti sono spinti dalla passine all’apertura sperimentale verso altre espressioni musicali come il jazz, la musica etnica e altro. Inoltre, sono tutti uniti dalla voglia di lavorare inseme per un progetto comune in cui la scelta dei repertori e degli autori da eseguire risulta essere davvero inconsueta e originale.

Loggiato della Locanda, Villa Demidoff, Parco Mediceo di Pratolino

Ingresso libero

"Lungarni"

Foto di Sara M. Pezzoli


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Il cuore ha le sue ragioni e non intende ragione"

martedì 22 luglio 2014

"Ponte Vecchio"

Foto di Sara M. Pezzoli


Pitture di Firenze: VISTA DA BORGO SAN JACOPO (FI) di Mauro Baroncini

diMauro Baroncini

olio su compessato cm. 90x190


Libro: "OTTANTA ANNI ALLE MURATE" - Cronache dal carcere di Firenze: storie di uomini, ideali, tragedie. Un simbolo della sofferenza oggi riconquistato dalla città - di Simonetta Michelotti



Ottanta anni alle Murate intende aprire una finestra sulla storia delle ex carceri maschili fiorentine attraverso le vicende degli opositori ai regimi succedutisi in Italia dall'Unità agli anni Ottanta del Novecento: dagli anarchici e dai socialisti a cavallo tra Otto e Novecento agli antifascisti e agli brei fucilati o incarcerati prima della deportazione nei campi di sterminio, dai radicali delle battaglie per i diritti civili negli anni Settanta ai terroristi rossi e neri protagonisti degli anni di piombo. Non è un lavoro esaustivo ma un primo tentativo di fisare la memoria storica delle Murate che negli ultimi anni ha modificato radicalmente la sua natura. L'architetto Michelucci dichiarò che lo spostamento delle careri dal centro alla periferia di Firenze creava un vuoto nel cuore della città. Oggi questo vuoto è stato colmato e all'interno della cinta muraria delle ex carceri aleggiano le storie di coloro che vi sono stati reclusi: dopo un complesso restauro gli spazi sono stati felicemente destinati ad usi abitativi e culturali, che hanno trasformato l'area in un centro pulsante di attività.

Conventi e carceri. Le Murate. Le Stinche. Santa Verdiana. Santa Teresa. Villa Triste. Aula bunker. Le rivolte. Sollicciano. Gli anarchici. I socialisti. Il Circolo di Cultura. Il "Non mollare". La retata del 1942. I comunisti. I liberaldemocratici. I liberalsocialisti. La Resistenza. Gli ebrei. Le deportazioni. G. Battista Mazzarisi. L'alluvione del 1966. Gli anni Settanta. I radicali. I diritti civili. Rossi vs Neri. I piellini. I nappisti. I brigatisti. I Nar. Il Frn. L0assalto del 1978. Evasioni di massa. Il carcere chiude.

SIMONETTA MICHELOTTI (Siena, 1961), storica, si è occupata di carcere e confino attraverso le vicende di Luigi Settembrini ed Ernesto Rossi a cui ha dedicato gli ultimi dieci anni della sua attività di ricercatrice. E' autrice intatti di "Stato e Chiesa. Ernesto Rossi contro il clericalismo. Una battaglia per la democrazia" (Rubbettino 2006); "Ernesto Rossi. Pianificare la libertà. Il dirigismo da Ventotene agli esordi della Repubblica" (Ultima Spiaggia 2011) e "Il saggio sta bene in ogni luogo. Luigi Settembrini nelle carceri borboniche: da Santa Maria Apparente a Santo Stefano" (Ultima Spiaggia 2013).

----------------------------------------------------------

Simonetta Michelotti
OTTANTA ANNI ALLE MURATE
Cronache dal carcere di Firenze: storie di uomini, ideali, tragedie. Un simbolo della sofferenza oggi riconquistato dalla città
224 pagine con 50 immagini in b/nero
Prezzo 14,50 euro

"Santa Maria del Fiore"

Foto di Sara M. Pezzoli


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"E si può fare il male a forza ma non il bene"
"Per forza si fa l'aceto"

sabato 19 luglio 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Contano più gli esempi che le parole"

venerdì 18 luglio 2014

18 luglio - A Palazzo Vecchio si celebra il Nelson Mandela Day

A Palazzo Vecchio si celebra il Nelson Mandela Day
Allestimento della facciata e illuminazione della fontana del Nettuno con i colori della bandiera sudafricana


Palazzo Vecchio ricorda il leader sudafricano Nelson Mandela in occasione del Nelson Mandela Day, istituito il 18 luglio dalle Nazioni Unite nel giorno della nascita. Per la ricorrenza Palazzo Vecchio ha un allestimento particolare, in collaborazione con la Fondazione intitolata a Madiba, e la statua del Nettuno in piazza Signoria sarà illuminata dai colori della bandiera del Sudafrica. La città è da sempre particolarmente vicina a Mandela, al quale l’ex sindaco Matteo Renzi consegnò personalmente il Fiorino d’oro nel 2012. Dalla facciata di Palazzo Vecchio è oggi visibile un banner con il logo ufficiale del Mandela Day e la frase “It is your hands to create a better world for all who live in it”, un invito all’impegno personale e quasi un epitaffio all’operato di Mandela. Saranno poi appese 10 bandiere della Repubblica del Sudafrica che l’ambasciata ha fornito gratuitamente. Sugli schermi interni a Palazzo, inoltre, verranno fatti girare dei video/spot con immagini di Nelson Mandela preparati con materiali della Fondazione Nelson Mandela e delle Nazioni Unite. Durante la notte tra venerdì e sabato è prevista una scenografia di illuminazione sulla fontana del Nettuno riproducente i colori della bandiera del Sudafrica.
Anche il Nelson Mandela Forum ricorda la ricorrenza. Dal 16 al 20 luglio la struttura intitolata allo statista sudafricano ospiterà due partite della final six di pallavolo e il 18 luglio verrà proiettato uno spot del Mandela Day e le nazionali che giocheranno quel giorno riceveranno una maglietta riportante il logo del Mandela Day e la frase “Sport can change the world”, parole che Mandela, anche uomo di sport, pronunciò spesso nel corso della sua vita. Infine un secondo tributo avrà luogo nella giornata finale, nel corso dei 15 minuti che intercorreranno fra la fine delle gare e la premiazione, quando vi sarà una breve esibizione di ginnaste fiorentine che indosseranno una maglietta dedicata a Nelson Mandela ed al Mandela Day.
(Testo tratto dal sito del Comune di Firenze)

Misteri e sapori di Toscana - Dieci racconti e cinquanta ricette della migliore tradizione



di Andrea Gamannossi
Misteri e sapori di Toscana
Dieci racconti e cinquanta ricette della migliore tradizione
Sarnus, 2014
Pagine: 176
Caratteristiche: ill. b/n, br., 17x24
ISBN: 9788856301250
Collana: Il Segnalibro, 47
Prezzo: 15.00 €

Ponte Vecchio

Foto di Marco Giorgi



Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi ha buona cantina in casa non va pel vino all'osteria / Chi ha vitella in tavola non mangia cipolla"

giovedì 17 luglio 2014

Hotel Minerva - Il nuovo aperitivo con vista - Tutti i giorni tris di tapas sull aterrazza panoramica dell'albergo

TUTTI I GIORNI - 7/7
IL NUOVO APERITIVO CON VISTA 18:30 – 21:00
Lasciati sorprendere dalla creatività del nostro chef
Ogni giorno un tris di tapas diverse da abbinare al tuo aperitivo preferito
MINI-TRAY OF TAPAS @ 5 €
Per info e prenotazione tavoli T. 05527230 -
info@grandhotelminerva.com
Grand Hotel Minerva – Piazza S.M. Novella, 16 – 50123
www.grandotelminerva.com


Riflessi sull'Arno

Foto di Marco Giorgi


Pitture di Firenze: "FRA BRUNELLESCHI E GIOTTO" di Mauro Baroncini

Mauro Baroncini

"FRA BRUNELLESCHI E GIOTTO" olio su tela cm.50x60


Ponte Vecchio

Foto di Sara M. Pezzoli


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"A chi piace il bere, parla sempre di vino"

mercoledì 16 luglio 2014

Aperitivo al Forte di Belvedere - La sera per tutta l'estate con Once Events e la Pasticceria Renato

Aperitivo al Forte di Belvedere La sera per tutta l'estate con Once Events e la Pasticceria Renato

Per tutte l'estate e per tutte le sere - tranne il lunedì - l'aperitivo al Forte Belvedere in collaborazione con Once Events e la Pasticceria Renato.

In concomitanza con la personale Prospettiva Vegetale di Giuseppe Penone organizzata proprio al Forte Belvedere, dalle 18 alle 22 in poi il momento aperitivo proposto da Once Eventis e Pasticceria Renato nel corner cocktail bar dell'affascinante antica struttura fiorentina.

Dalle 18 alle 22.
Chiuso il lunedì.

Forte Di Belvedere
Via Di San Leonardo 1
055 217704

La bistecca alla fiorentina

(Testo di Roberto Di Ferdinando)

La "bistecca alla fiorentina", come suggerisce il nome, è uno dei piatti principi della cucina di Firenze. Chiamata anche semplicemente "fiorentina", a dimostrazione della sua fama, si ottiene da un taglio della lombata di carne di vitellone o di scottone, cotto alla brace o sulla griglia. Le caratteristiche della "fiorentina" sono: il taglio alto (1/1,5 kg di peso e 5-6 cm di altezza), comprensivo dell'osso a forma di "T", è ottenuta da vitelloni di razza chianina, e deve essere servita al sangue cioè cotta su una griglia arroventata (o su una brace senza fiamma e coperta da un leggero strato di cenere) per non più di 3 minuti per lato. Mai chiedere ad un'oste di Firenze di farvi servire una bistecca alla fiorentina ben cotta; si rifiuterà di farlo e vi consiglierà di optare per un filetto, una braciola....
La bistecca fa parte della storia di Firenze; infatti fin dal Medioevo era servita sulle tavole delle nobili famiglie, ed era usanza servirla per la festa di San Lorenzo, il 10 di agosto, quando in varie parti della città erano allestiti grandi falò su cui erano cotte carni di vitello e distribuite alla popolazione. E durante queste celebrazioni del santo, a Firenze giungevano da tutta Europa viaggiatori, nobili e mercanti. Nutrita la presenza di commercianti e viaggiatori britannici, con cui i Medici erano anche in affari.E proprio i viaggiatori d'Oltremanica chiamavano "beef steak" questa carne di vitello cotta sui fuochi. Da qui, poi, la volgarizzazione in bistecca del termine inglese.
RDF



"Perché poi – fuori di Toscana – un la sanno nemen tagliare: la fanno bassa, senza filetto... Basta tu guardi le bistecche disossate! Icché le sono: braciole! Ma pe' noi la bistecca... arta tre diti! Ma un la sanno nemmen còcere... la bistecca: zàzzà! e via!" (voce 'bistecca' - Accademia della Crusca)

"Vista dal Campanile di Giotto"

Foto di Sara M. Pezzoli


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Guardati dalla peste, dalla guerra e dai musi che guardano per terra"

martedì 15 luglio 2014

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Dietro al monte c'è la china"

lunedì 14 luglio 2014

"La Cupola e il Campanile"


Foto di Sara M. Pezzoli


Pitture di Firenze: "FIRENZE VIA DE NERI"

di Mauro Baroncini

FIRENZE VIA DE NERI olio su tela cm. 25x50 - 2010


Lungarno della Zecca

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Acqua passata, non macina più"

domenica 13 luglio 2014

sabato 12 luglio 2014

"Firenze dopo il temporale"

Foto di Sara M. Pezzoli


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Bisogna far lo sciocco per non pagar il sale"

venerdì 11 luglio 2014

Ponte Vecchio da Ponte Santa Trinita

Foto di Sara M. Pezzoli


"SGUARDO AL PONTE"

SGUARDO AL PONTE di Mauro Baroncini
olio su tela cm.50x70 - 2009


Silhouette di Firenze

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi t'accarezza più di quel che suole, o t'ha ingannato o ingannar ti vuole"