martedì 26 luglio 2016

Modi di dire: “punto!”

Si è soliti usare tale termine (che non ha niente a che fare con la punteggiatura) in risposta ad una domanda, ma tale risposta la può comprendere solo chi conosce il fiorentino o il toscano. Infatti, “punto” significa “per niente” o “per nulla”, e rafforza, se non sostituisce, una negazione assoluta (“no”): “hai ancora quei biscotti buoni? – “No, punti” – “. “Punto” deriva dal latino “punctum” da “pungere”, cioè “penetrare” o “pungere”, da “puntura”, QUINDI il piccolo buco provocato da uno strumento acuminato, da cui anche il segno di forma tondeggiante ed in ambito geometrico. Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento