venerdì 26 agosto 2016

Modi di dire: “Fare forca!”

Tra qualche settimana inizierà la scuola ed ecco un tipico modo di dire dei ragazzi in età scolastica: “fare forca!”, cioè “marinare” la scuola, non presentarsi a scuola e senza giustificazione (di nascosto dai propri genitori o di chi, formula famosa, “ne fa le veci”). L’origine di questa espressione nasce proprio dall’osservare l’arnese del forcone o forca che, con il suo manico lungo che poi si separa in due denti di acciaio, nei secoli ha assunto una forma archetipica, simboleggiando una strada che si biforca, il percorso di un fiume o quello dei sentieri, ma anche rappresentando comportamenti umani, tra cui il doppio gioco e l’ignorare le regole. Nel nostro caso, il “fare forca”, significa proprio il deviare strada al momento di presentarsi presso la via (biforcazione) che porta a scuola. La parola “forca”  deriverebbe dal latino “furca” (forca o falcetto), oppure, sempre dal latino “forare” cioè, lo strumento formato da un ramo d’albero che si divide in due o tre rami minori (l’antico forcone) che era usato per ammucchiare il fieno. L’espressione “marinare la scuola”, invece, trae origine proprio dall’usanza di conservare gli alimenti con il sale (marinare), in tal caso l’espressione significa non andare a lezione e “tenersela in serbo, conservarla, per un’altra occasione”. Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento