martedì 26 febbraio 2013

Zuppa verde alla Toscana

"Mondate e trinciate a pezzetti grossi ogni sorta di erbaggi che possiate avere,
come : cavolo, lattuga, indivia, bietola e radicchio; unitevi una rapa, alcune
patate, una carota, sedano, del parti trinciati, e piselli freschi se ve ne sono:
ponete tutto in una casseruola, nella quale avrete preparato un soffritto di
cipolla e olio; salate convenientemente, mettetevi anche un pò di pepe, e
lasciate al fuoco per 15 o 20 minuti, rimescolando più volte.
Poscia aggiungetevi del sugo di pomodoro, o conserva sciolta in
poc’acqua; fate cuocere ancora per 15 minuti e versatevi infine tanta acqua
bollente quanta vene occorre per bagnare la zuppa. Lasciate così cuocere
completamente gli ortaggi, facendo bollir tutto per circa un’altra ora, poi servite
versando in una zuppiera, dove avrete preparato del pane a fette.
"
Tratto da: "La Dieta di Quaresima. Per la salute dell'anima e del corpo" (Mezzo scudo)
di Mariade Luca F. (fra'), Lazzarini Lisa, Pucci Giannozzo
LEF
Per la salute dell'anima e del corpo
Con questo mezzo scudo si descrivono i criteri che regolavano la dieta e i digiuni del
periodo quaresimale con esempi di diversi conventi, le disposizioni del diritto canonico
sui giorni penitenziali, alcune proposte di ricette e le indicazioni per una cura
depurativa da praticare nel periodo di Quaresima.

Nessun commento:

Posta un commento