venerdì 28 dicembre 2018

Piazza della Signoria

Foto di Roberto Di Ferdinando


Proverbio Toscano del Giorno

"Non è viaggio senza polvere, nè guerra senza lacrime"

giovedì 27 dicembre 2018

Caffè macchiato a 90 centesimi

"Esiste ancora un bar a Firenze che fa pagare il caffè 90 centesimi , e non chiede la maggiorazione per macchiarlo con il latte di soia. Il barista è un
Signore molto gentile che ci tiene a fare questo prezzo. Gliela facciamo un po’ di pubblicità ?Condividete il post amici di Firenze . La zona è vicino piazza visseux"

Il Baldino

“E’ un dolce prodotto con farina di castagne, acqua, olio extra vergine di oliva, sale e aromatizzato con rosmarino. E’ di colore marrone, basso spessore, compatto e morbido. Il sapore, dolciastro, è quello delle castagne. Deve essere consumato fresco, al massimo entro tre giorni dalla produzione. Tradizionalmente veniva arricchito con gherigli di noce triturati. Altri ingredienti variano da zona a zona e possono essere pinoli, uvetta, ecc.. […] Questo dolce viene accompagnato solitamente con vino novello rosso.”
(Tratto da: Guida ai prodotti agroalimentari del Casentino, a cura dell’EcoMuseo del Casentino)

Via dell'Erta Canina

Foto di Roberto Di Ferdinando


Piazza della Signoria

Foto di Roberto Di Ferdinando


Proverbio Toscano del Giorno

"La guerra fa i ladri e la pace gl'impicca"

venerdì 21 dicembre 2018

giovedì 20 dicembre 2018

Il grano Verna

“Il grano “Verna” è una vecchia varietà costituita negli anni Quaranta del secolo scorso dall’Ente Toscano Sementi; si tratta di una varietà molto rustica, dotata di eccezionale resistenza al freddo, alle ruggini ed all’acidità del suolo. Per questi caratteri trovò ampia diffusione in molte aree montane della penisola italiana.
Nonostante le buone qualità, la sua coltivazione è stata progressivamente  abbandonata negli ultimi decenni.
Alla fine degli anni ’90 la selezione di questa varietà e di altri vecchi frumenti, come l’”Arno” ed il “Sieve” è stata ripresa da parte dell’Università di Firenze. Attualmente queste sementi vengono impiegate principalmente nelle aziende biologiche.
La farina del grano Verna, ottenuta con la molitura a pietra, è particolarmente adatta per la produzione del pane tradizionale a lievitazione naturale: il particolare aroma e la “dolcezza della pasta” rendono questo prodotto molto ricercato nell’ambito del mercato di nicchia dei prodotti tipici. […]”

(Tratto da: Guida ai prodotti agroalimentari del Casentino, a cura dell’EcoMuseo del Casentino)

Ponte Vecchio

Foto di Roberto Di Ferdinando


Proverbio Toscano del Giorno

"Chi va alla guerra, mangia male o dorme in terra"

mercoledì 12 dicembre 2018

martedì 11 dicembre 2018

Il sigaro toscano

“Era l’estate del 1815 quando a Firenze ci fu un gran temporale. Una grossa partita di tabacco Kentucky (dal luogo americano dove veniva coltivato) che era stato messo a seccare, s’inzuppò velocemente e avendo cominciato a fermentare per il gran caldo, fu messo al macero. Il direttore della fabbrica pensò di utilizzarlo come ripieno per sigari da vendere a pochissimo prezzo essendo ormai un prodotto di scarto. Nacque così un sigaro piccolo e bitorzoluto che messo in vendita nei quartieri d’Oltrarno, ebbe molto successo. A causa della sua forma irregolare in Toscana veniva chiamati anche stortignaccolo. Visto l’inaspettato riscontro, la Manifattura Granducale iniziò a produrre il sigaro su larga scala, e già nel 1818 fu regolarmente messo in vendita. […] Così dopo aver occupato i locali dell’ex Convento di Sant’Orsola, la produzione del toscano vene allargata alla sede autonoma posta nell’ex chiesa di San pancrazio, oggi sede del Museo Marino Marini. […]”
(Tratto da: Il sigaro Toscano di Barbara Toscano, in “laToscana nuova”)


Porta di San Niccolò

Foto di Roberto Di Ferdinando


Proverbio Toscano del Giorno

"Invan si pesca, se l'amo non ha l'esca"