giovedì 21 febbraio 2013

"Giardini senza polline" di Francesco Zangari



La vegetazione apporta innegabili benefici ma può essere causa di allergie che sono tanto più fastidiose quanto maggiore è la quantità di pollini nell'atmosfera.
Inoltre quando le concentrazioni sono alte, persone sane predisposte geneticamente, possono sensibilizzarsi.
Occorre tener conto di ciò nel processo di rinverdimento delle città e cercare di ridurre il livello di polline nell'aria.
A creare maggiori problemi sono gli alberi a impollinazione anemofila, purtroppo molto diffusi sia in ambiente urbano che nei boschi. Pollini allergenici sono emessi infatti anche da molte specie autoctone (carpino, ontano, ecc.).
Questo libro, composto da due volumi, offre ai tecnici e a tutti coloro che amano il verde, utili informazioni per ridurre al minimo questo effetto collaterale e contiene le schede di oltre 200 piante dioiche che non emettono polline.
Francesco Zangari è nato a Borgia in provincia di Catanzaro e risiede a Bagno a Ripoli un comune della cinta metropolitana fiorentina. E´ laureato in Scienze Agrarie e specializzato in Tecniche di gestione degli spazi verdi.
Dal 1997 al 2001 ha collaborato, nell´ambito del Progetto POLIS presso la Direzione Ambiente del Comune di Firenze, alla redazione della pubblicazione "Il Piano Regolatore del Verde" proponendo tra l'altro l´impiego di specie ipoallergeniche nei nuovi impianti cittadini.
Iscritto all´ordine degli agronomi, insegna giardinaggio. Oltre che della progettazione di giardini "ipoallergenici", si occupa del controllo della stabilità delle alberature e della manutenzione di parchi e giardini.

http://www.giardinisenzapolline.com/index.php

Nessun commento:

Posta un commento