venerdì 15 febbraio 2013

Modi di dire: “A iosa”


Testo di Roberto Di Ferdinando

“A iosa” è un’espressione (locuzione avverbiale) usata nella lingua parlata e letteraria per indicare qualcosa “in gran copia”, di “abbondante”. Trae origine dalla pronuncia toscana della parola “chiosa”, usata nell’antichità per definire i soldi finti (i fac-simile) utilizzati nei giochi per i bambini. I “chiosa” erano dei piccoli dischi di piombo o legno che facevano, per finta, da uso di monete nei giochi d’azzardo, insomma, gli antesignani delle moderne fiches. Con l’espressione “a chiosa” (“a iosa”) si indicava quindi una merce disponibile in grandissime quantità tanto da poter essere acquistata con le chiose (quindi di pochissimo o nessun valore monetario).
RDF

Nessun commento:

Posta un commento