lunedì 10 dicembre 2012

Alighieri (Dante), origini (forse) di un cognome

(fonte: Dizionario dell’Arno)

Testo di Roberto Di Ferdinando

Dante Alighieri è il sommo poeta fiorentino che con Firenze ebbe però un rapporto difficilissimo tanto da morire in esilio ed essere sepolto a Ravenna, dove ancor oggi le sue spoglie riposano lontane dalla sua città natale. Dante oggi è anche un nome scarsamente diffuso tra i fiorentini, ed anche il suo cognome vive ancora oggi grazie a pochissime famiglie fiorentine. Ma qual è l’origine di questo famoso cognome? Non vi sono certezze, ma due ipotesi. Una si rifà alla voce di origine germanica che indica un’asta di legno munita di uncini di ferro, utilizzata per governare gli ormeggi delle barche fluviali, quindi un nome legato alle attività svolte lungo il fiume Arno, un’altra, invece, più attendibile, fa risalire l’etimologia del cognome al giro di parole: “aldi della ghiera”, cioè all’espressione per indicare i servi della gleba che erano impiegati a difendere le campagne intorno a Firenze.
RDF

1 commento:

  1. Forse non tutti sanno che Dante ha fissato per ore ed ore la finestra di Palazzo Portinari Salviati,http://www.palazzoportinarisalviati.com/gallery.html#, dove si trovava la sua amata Beatrice, alla ricerca di un suo solo sguardo.

    RispondiElimina