sabato 30 marzo 2013

Il pan di ramerino


Testo di Roberto Di Ferdinando

Ecco un'altra prelibatezza dolciaria tipica di Firenze e del periodo pasquale, il pan di ramerino. E’ un panino, morbido, lucido, un po’ scuro, fatto di pasta di pane, uva appassita (zibibbo) e rosmarino che in città ed in Toscana si chiama anche, appunto, ramerino. E prima di cuocerlo proprio con un rametto di rosmarino lo si spennella di olio ed è proprio quest’ultimo che cuocendosi dà il tipico colore bruno a questo pane dolce. In passato era servito  e mangiato il giovedì santo di Pasqua, dopo essere stato benedetto nei forni o in casa dai parroci di quartiere, oggi lo si può mangiare tutto l’anno ed anche senza benedizione.
RDF

Nessun commento:

Posta un commento