lunedì 12 settembre 2016

Modi di dire: “fare un tritello!”

E’ un’espressione che si usa quando siamo arrabbiati, infastiditi, spesso dinanzi ad una situazione od ad atteggiamento percepito come ingiusto. Quindi, “fare un tritello” ha un significato simile a “fare un macello”, cioè protestare molto, ma in questo nostro caso non è escluso, come minaccia, il ricorso anche alle mani: “tritare tutto quello che mi capita davanti”, “menare talmente tanto  le mani che non si riconosce più niente”. In italiano il “tritello” è il sottoprodotto della produzione del cereali, cioè ciò che otteniamo rimacinando (tritando ancora) i semolini costituiti da particelle di crusca, di germe, dello strato di aleurone e di farina. Il verbo “tritare”, deriva dal latino “tritus”, participo passato di “terere”, “tritare”. Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento