mercoledì 2 maggio 2012

Via delle Brache


Testo e foto di Roberto Di Ferdinando

Via delle Brache è una stretta via che collega via de’Neri con piazza de’Peruzzi. L’origine di questo curioso nome non è certa, anzi esistono più spiegazioni. Tra queste quella che fa derivare il nome dal chiasso di Calabrache, come in effetti si chiamava la strada in un antico passato. E allora, l’origine di Calabrache? Alcuni sostengono che questa via, molto stretta e buia già nell’antichità, fosse scelta dai passanti quale luogo adatto per espletare alcuni bisogni fisiologici, per i quali era necessario “calarsi le brache”. Ipotesi però difficile da accogliere, in quanto nella Firenze medievale e dei secoli successivi, molte altre strade potevano svolgere tale funzione “liberatoria”, inoltre proprio qui, fino al XIV secolo, sorgeva la chiesa di San Jacopo tra i fossi, ed è quindi poco credibile che dinanzi all’ingresso di una chiesa vi fosse una tale latrina a cielo aperto. Ecco, quindi, l’ipotesi più accreditata sull’origine “delle Brache”. Infatti, Via delle Brache ancora oggi è una strada delimitata da alti palazzi e orientata verso nord, tutti elementi che le garantiscono fresca ventilazione e ombra nel periodo estivo. Caratteristiche apprezzate dalle massaie del quartiere che nei secoli passati, nelle calde giornate estive, qui si riunivano per svolgere i loro lavori manuali e godersi il fresco. Ovviamente la compagnia portava a parlare, ed ancora a parlare, ma anche a chiacchierare, sparlare, spettegolare….bracare negli affari degli altri, e così nasce Via delle Brache.
RDF
Via delle Brache

Nessun commento:

Posta un commento