giovedì 11 agosto 2011

Modi di dire: “essere con il culo per terra!”

Testo e foto di Roberto Di Ferdinando

Al centro della pavimentazione della Loggia del Mercato Nuovo, più nota come la loggia che ospita il mercato detto “del porcellino”, è ancora oggi visibile (visibile di notte, perché di giorno i banchi del mercato la coprono) una lastra circolare di marmo, divisa in settori chiari e scuri, fatta ad immagine di una ruota di carro. Questa è l’antica pietra dello scandalo. Riproduce fedelmente la ruota del carro dove era issata la bandiera di Fiorenza prima delle battaglie. Qui, invece, fin dal Medioevo rappresenta il punto dove si svolgeva la gogna pubblica fiorentina per i condannati per debiti. Infatti, nella Firenze dei mercanti essere responsabili di reati legati al commercio era una grande infamia e quindi la punizione (l’acculata) era adeguata al grave reato. I debitori insolventi così erano spogliati e gli venivano ripetutamente battute le natiche sulla pietra dello scandalo. Da questa pratica di sommaria giustizia nasce l’espressione fiorentina: “essere con il culo per terra” oppure “essere con il sedere all’aria”, frequentemente usata ancora oggi per indicare chi ha problemi finanziari.
RDF
Loggia del Mercato Nuovo, la pietra dello scandalo

3 commenti:

  1. Questa non la sapevo proprio e non ricordavo neppure la lastra del mercato del porcellino.

    RispondiElimina
  2. Anche "essere sul lastrico" ha la stessa origine

    RispondiElimina
  3. Grazie Cristina per aver completato l'informazione e grazie per aver lasciato il tuo commento.
    Grazie ancora e sorridente giornata.
    RDF

    RispondiElimina