venerdì 21 giugno 2013

Piazza del Trebbio ed il….triviale

Testo di Roberto Di Ferdinando

La piazzetta del Trebbio, nel quartiere di Santa Maria Novella, è un piccolo spazio che si ricava dal congiungersi di tre strade: via del Trebbio (già via Cornina), via del Moro e via delle Belle Donne (già via Trevigi). Infatti, il suo nome deriva dal latino “trivium”, cioè il luogo dove tre vie fanno capo, vie che si trovavano appena fuori le antiche mura romane. Un luogo allora molto animato, in quanto di qui passavano molte merci e mercanti, e per questo attirava persone di ogni genere, tra cui anche truffatori, fannulloni e prostitute. E da “trivium” trae origine il termine triviale, cioè volgare, inteso come luogo di passo frequentato dal popolo, che successivamente ha assunto una connotazione molto negativa: scurrile, rozzo.
Al centro della piazzetta una colonna trecentesca, di scuola pisana, è sormontata da un capitello su cui poggia, all’interno di un’edicola, una croce medievale di marmo a doppia immagine di Cristo, con sotto un’altra effige bifronte di San Pietro Martire. Questa colonna fu innalzata nel 1338, sopra un antico pozzo, per ricordare la battaglia che (forse) si svolse nel 1244 proprio in questi luoghi tra, da una parte, i cattolici di San Pietro Martire (il domenicano Pietro da Verona, si veda: http://curiositadifirenze.blogspot.it/2011/08/il-diavolo-di-via-vecchietti.html) e, dall’altra,  i Manichei ed i Catari, e che vide la vittoria dei primi.
RDF

Piazzetta della Croce al Trebbio (http://www.e-archeos.com)



Nessun commento:

Posta un commento