martedì 18 febbraio 2020

"I giardini di Boboli non sono grandi, eppure ci si meraviglia...."

“[…] I giardini di Boboli non sono grandi, eppure ci si meraviglia di come la piccola e compatta Firenze possa trovare posto per loro all’interno delle mura. Essi sono tuttavia distesi, in tutta la loro estrema, romanticissima e felice posizione, su una serie di ripide balze tra lo scabro palazzo a terrazze e un tratto di cinta muraria ancora in piedi, e l’irregolarità del terreno le rende ancor più grandi di quanto appaiano.
Vi si può coltivare la fantasia di un carattere solenne e ricco di presenze, di qualcosa di debole e incerto e perfino, se volete, di tragico, nel loro sorriso fisso, di circostanza; come se dall’immenso monumento che incombe su di loro esse mutuassero grevi memorie e rimpianti. […]
(Henry James)
(Tratto da “Ho visto Firenze”a cura di apt Firenze)

Nessun commento:

Posta un commento