venerdì 27 maggio 2016

Modi di dire: "chiasso"

Il termine ‘chiasso’ ha più significati. Quello più usato è per indicare una confusione prolungata, spesso riferita a quella prodotta da bambini, altre volte, bonariamente, per sottolineare la confusione mentale, in determinati ragionamenti, degli adulti, oppure un loro rumoroso dinamismo: “non fare chiasso”.
Ma ‘chiasso’ è usato anche per indicare una via stretta e o corta, od un piccolo cortile, mentre in antichità era utilizzato per nominare i bordelli.
L’etimologia deriverebbe, come sinonimo di confusione, dal latino volgare ‘classu(m)’, che a sua volta trae origine da ‘conclassare’, cioè il gridare insieme. Invece, il termine, utilizzato in ambito stradario, ha origine, sempre dal latino, ma da “classis”, che significa “sezione”, in seguito impiegato anche per indicare un “quartiere”.
Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento