giovedì 29 marzo 2012

La Statua della Libertà ha origini fiorentine?

Testo di Roberto Di Ferdinando
Nella controfacciata della Basilica di Santa Croce è posta la tomba del drammaturgo Giovan Battista Niccolini, riconoscibile dalla possente statua che raffigura la Libertà della Poesia.  Ad un’attenta osservazione, questa statua richiama un famosissimo monumento, la statua della Libertà di New York. Una sorprendente somiglianza, tanto da far pensare che l’autore della statua della Libertà della Poesia (anche il nome è simile) si sia ispirato (abbia copiato) la Statua della Libertà, se non fosse che la Libertà fiorentina sia precedente a quella statunitense. Incredibile, ma vero.
Giovan Battista Niccolini muore a Firenze il 20 settembre del 1861 e viene sepolto nella Basilica di Santa Croce, il Pantheon dell’ingegno italiano. In vista del decennale della scomparsa di Niccolini,  il comitato  delle celebrazioni decise di dedicare al letterato pisano un solenne monumento funebre e fu incaricato dell’opera il viterbese Pio Fedi (1816-1892), da anni presente a Firenze dove si era diplomato all’Accademia delle Belle Arti. Di Fedi a Firenze sono famose altre due opere: il Ratto di Polissena nella Loggia dei Lanzi (1866) e la statua al generale Manfredo Fanti in Piazza San Marco. Nel 1870 Fedi inizia a progettare la statua, nel 1871 completa un bozzetto in gesso, mentre la statua sarà conclusa invece nel 1877, ma rimarrà nello studio dell’artista, in via dei Serragli al numero 99, fino al 1883, quando il 20 settembre fu finalmente inaugurata in Santa Croce.
Invece, la Statua della Libertà di New York è opera del francese Frederic Auguste Bartholdi (1834-1904) e fu inaugurata il 28 ottobre del 1886, quindi successivamente a quella di Fedi. Nel 1869 Bartholdi è in Egitto per esaminare la proposta di una statua-faro sul Canale di Suez, ma il progetto non si realizza e quindi l’artista francese rientra in Europa e combatte a fianco di Giuseppe Garibaldi nel gruppo dei "franchi tiratori", nella guerra franco-prussiana (1870-71). Nel 1871 parte per gli Stati Uniti, dove, secondo la sua biografia, realizza il modello in bronzo della Miss Liberty alto 2,87 metri che nel 1906 sarà esposto a Parigi nel Jardin du Luxembourg e nel 2009 trasferito al Jardin du Acclimatation, modello in bronzo che farà da bozzetto per l’imponente Statua della Libertà donata dalla Repubblica Francese agli Stati Uniti. A rendere tutto ancor più affascinante, il fatto che l'architetto Eugene Viollet le Duc (1814-1879), maestro di Bartholdi ed egli stesso coinvolto nella costruzione della Statua della Libertà per quanto riguarda lo scheletro in ferro, amava Firenze, città che aveva più volte visitato. Viollet Le Duc morì poco dopo l'inizio del lavori della Statua e fu sostituito da Gustave Alexander Eiffel.
Quindi Fedi e Bartholdi si incontrarono mai nella loro vita, influenzandosi reciprocamente nella loro arte, oppure la somiglianza delle loro opere è semplicemente un caso? Dato che niente al caso, è certo che nei primi anni Settanta, prima di partire per gli Stati Uniti, Bartholdi soggiornò a lungo a Firenze. Non c’è alcuna testimonianza che il francese vide Fedi ed il bozzetto della Statua della Libertà della Poesia, comunque i due, che erano entrambi massoni, sicuramente frequentarono gli stessi ambienti delle logge massoniche a Firenze.
Niente di certo quindi, ma solo affascinanti ipotesi. Non ci rimane quindi che guardare la realtà, cioè le due statue, e quindi le loro somiglianze: tutte e due spezzano una catena, quella di Fedi tiene in mano una catena spezzata, mentre quella di Bertholdi la spezza con un piede, la mano sinistra della statua in Santa Croce stringe l'alloro, simbolo della poesia (omaggio a Niccolini) mentre la mano sinistra di Miss Liberty stringe la Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti d’America  (con la mano destra la famosa fiaccola), la testa della Libertà di Fedi è circondata da otto raggi, uno in più rispetto a quella di Bartholdi (sette punte, simbolo della libertà che si irradia verso i sette mari, non a caso la Statua della Libertà è posta all’ingresso del porto di New York).
RDF

Basilica di Santa Croce, la Statua della Libertà della Poesia di Pio Fedi
(foto presa da http://keropian.com/travel/europe-2006/florence/sta-croce.htm)
New York, la Statua della Libertà
(foto presa da http://www.itctosi.va.it/scambi2006/Quinte/long_island/2.htm)

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. grazie per questo... sono una scultrice americana. abito a firenze... ho scritto un articolo e ho chiesto lo stesso...
    http://www.borsheimarts.com/news/2007_01.htm
    Pio Fedi e una artista brava!

    RispondiElimina