martedì 12 giugno 2018

Le piante medicinali dell’orto dei Semplici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova nell’antico chiostro delle medicherie (6 - continua)

“Rubia tinctorum (Robbia) - La Robbia viene utilizzata per preparati erboristici, oltre che come pianta tintoria. Dalle sue radici, infatti, si estrae fin dall’antichità una sostanza colorante: la alizarina. Da quest’ultima si ottiene una lacca rosso violetto. Molto probabilmente il nome della più famosa famiglia di scultori fiorentini, i Della Robbia, deriva proprio da questa pianta e si presume infatti che, all’inizio, fossero legati all’arte dei tintori. In erboristeria la pianta viene usata per la preparazione delle tinture naturali per capelli e se ne apprezzano anche le proprietà terapeutiche diuretiche ed antinfiammatorie. […]”
(Tratto da: Le piante medicinali dell’orto dei Semplici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova nell’antico chiostro delle medicherie)

Nessun commento:

Posta un commento