giovedì 19 gennaio 2017

Crostini toscani

“[…] si prendono gli odori (cipolla, sedano carote), si fanno rosolare nel vino rosso e vi si aggiungono 4/5 etti di fegatini di pollo e anche una tazzina di caffè. Si lascia cuocere per mezz’ora e poi si chiude la ricetta con un grappolo di capperi e un paio di acciughe sotto sale. Sui crostini le variazioni sono infinite: c’è chi affetta il pane e vi versa sopra il paté, chi invece il pane lo tuffa nel brodo e poi lo frigge. […].”
(Da: "Toscana, alle radici del gusto", Giunti Editore)

Nessun commento:

Posta un commento