mercoledì 14 dicembre 2016

Firenze



“[…] Firenze, la più gaia e bella delle città italiane, è il ritrovo degli stranieri di ogni parte del mondo. La società è un misto di tutte le nazionalità, un terzo circa di Fiorentini un terzo di Inglesi, e il rimanente Russi, Tedeschi, Francesi, Polacchi e Americani in parti uguali. Gli inglesi ricevono parecchio, e danno la maggior parte dei balli e delle cene […]”.
(N. P. Wills – giornalista -, Pencilling by the way, 1864)

Nessun commento:

Posta un commento