mercoledì 13 aprile 2016

Modi di dire: “Bona Ugo!”



Il ‘Bona’ è un bonario, appunto, saluto di commiato che si usa tra amici. E’ l’abbreviazione, e forma dialettale, di buona fortuna, di buona sorte, di buon tutto.
Il “Bona Ugo!”, invece, ha un significato diverso. E’ detto quasi per rassegnazione quando il nostro interlocutore non comprende ciò che, a nostro giudizio, appare lampante, oppure è usato come invito ad una persona perché si svegli dal suo torpore mentale.
Perché in questa espressione si usi il nome Ugo non vi è alcuna certezza. Sebbene la Toscana e Firenze abbiamo un antico e famoso Ugo, Ugo di Toscana (950 circa - 1001), nipote del re d'Italia, Ugo d'Arles. Il nostro leggendario Ugo, consigliere dell’Imperatore Ottone II, fu marchese di Toscana, che amministrò con lungimiranza, ed a lui si deve il trasloco della capitale da Lucca a Firenze. Le sue spoglie riposano nella Badia Fiorentina, in via del Proconsolo. “Bona!”
Roberto Di Ferdinando

Nessun commento:

Posta un commento