domenica 15 dicembre 2013

Il profilo di Dante sul lastricato


Testo e foto di Roberto Di Ferdinando

Il Museo della casa di Dante, in via Santa Margherita, è un edificio realizzato sul finire dell’Ottocento in prossimità del luogo in cui, molto probabilmente, sorgeva l’originaria casa di Dante Alighieri. Alcune informazioni fanno pensare che qui fosse il luogo natale del Sommo Poeta. Dante stesso scrisse di essere nato all’ombra della Badia Fiorentina, che, infatti, ancora oggi si trova a poche decine di metri dal museo dantesco. Ed ancora, la famiglia Giuochi, estintasi nel Trecento, era vicina di casa degli Alighieri; infatti, oggi via Giuochi, dal nome proprio di questa famiglia, incrocia via Santa Margherita e la torre incorporata nel museo si chiama, appunto, torre Giuochi. Inoltre, la parrocchia di appartenenza degli Alighieri era quella di San Martino, ancora oggi visibile nell’adiacente ed omonima piazza,  dove molto probabilmente si affacciava la casa di Dante.
La ricostruzione in questo luogo della casa museo di Dante fu mossa anche dal desiderio di offrire ai numerosi turisti un luogo in città dove ricordare il poeta, le cui spoglie difatti riposano lontano da Firenze. La casa è divenuta quindi un’attrazione, essenzialmente per i non fiorentini, e così non poteva mancare un’ulteriore curiosa e moderna attrazione: su una lastra del pavimento della piazzetta dinanzi la casa è possibile cogliere, seppur con qualche difficoltà, un curioso profilo di Dante, del quale si ignorano le origini.
RDF


Nessun commento:

Posta un commento