mercoledì 21 settembre 2011

Le unità di misura nel Battistero

Testo e foto di Roberto Di Ferdinando

Sulle colonne laterali della porta sud del Battistero, sono incisi alcuni rettangoli, la cui funzione ancora oggi è un mistero. Si ritiene, ad esempio, che possano indicare delle antiche unità di misura, in particolare il rettangolo posto sulla colonna di destra, che riprodurrebbe la misura del piede lombardo. Il re longobardo, Liutprando (690-744), impose un unico insieme di norme all’Italia dominata dai longobardi, tra queste norme anche le unità di misura. Il piede longobardo misurava  51,5 cm.  Si narra infatti che Liutprando fosse alto 1,73 m, un altezza elevata per il periodo e che il suo piede sinistro misurasse 26,1 cm e quello destro 24,5 cm, dalla somma ecco ottenuto, per l’appunto, i 51,5 cm.
Il sistema metrico fu adottato nel regno d’Italia solo il 28 luglio 1861. Fino ad allora ogni stato italiano, regione, ed anche città, utilizzavano misure differenti. Ad esempio a Firenze vi erano il braccio (58,4 cm), la canna (2,92 m) ed il piede (32,48 cm) e tali misure erano affisse sulle facciate e pareti dei palazzi municipali, per l’utilizzo pubblico ed evitare imbrogli.
RDF
Battistero, porta sud, la colonna di destra, il rettangolo che rappresenta il piede longobardo

2 commenti:

  1. Hey Roberto,ma le opzioni per segnalare le reazioni all'articolo lei hai inserite adesso? perchè altrimenti non mi ero mai accorto della loro esistenza.Volevo segnalarti che ho trovato l'articolo interessante e questa volta l'ho fatto tramite la nuova funzione...molto più rapido

    RispondiElimina
  2. caro Roberto,
    le colonne sono nere alla porta est per un motivo di una lite mi sembra con pisa

    RispondiElimina