sabato 5 dicembre 2020

Mandragora offìcinarum (Mandragora)


Pianta magica per eccellenza sia per la forma della sua lunga radice che ricorda il corpo umano, sia per il suo contenuto in alcaloidi, che provocano alterazioni della coscienza con tratti spiccatamente sensuali. Usata per riti e pratiche magiche, si credeva avesse un “animo umano”. Andava raccolta da un cane e non da un uomo (che sarebbe impazzito per il grido che la pianta emetteva) e aveva il potere di donare amore eterno, invulnerabilità, buona o cattiva sorte secondo come fosse trattata. Peccato che i suoi effetti “magici” fossero molto vicini ad effetti mortali per l’uomo.
(Tratto da: L'Orto dei Semplici dell’Ospedale di Santa Maria Nuova nell’antico chiostro Medicherie)

Nessun commento:

Posta un commento