lunedì 14 settembre 2020

Florence Nightingale

“[...] Florence Nightingale, il nome è frutto dell'amore che i genitori nutrivano per Firenze, dove nacque il 12 maggio del 1820 sulla collina di Marignolle. Florence, una sua zia materna, e le altre 37 infermiere londinesi volontarie - dicevamo in pochi mesi riuscirono a ribaltare le spaventose condizioni igienico-sanitarie di quell'infame ospedale da campo (Guerra di Crimea) riducendo di due terzi le morti tra i feriti inglesi. La notizia arrivò in patria e il giornale “Times" esaltò la missione di quelle eroine [...] Tornata a casa, nel 1860 riuscì a far capire alla Reale Commissione quanto, oltre a buone medicine, fossero essenziali i requisiti da lei forniti per dare un minimo di dignità agli ospedali civili e militari. Parliamo dell'aria pulita, dell'acqua pura, fogne efficienti, pulizia e luce. A questi ne accodava tre, altrettanto curativi: silenzio, calore, dieta. E subito dette vita alla Scuola Nightingale, la prima al mondo destinata alla formazione degli infermieri, offrendo nozioni, e un rigoroso metodo da seguire. [...] L'opera di Florence ispirò anche la nascita della Croce Rossa. Morì a Londra il 13 agosto del 1910. La natia Firenze le ha dedicato una statua nella basilica di Santa Croce. [...]."

(Tratto da: Alfredo Scanzani, in Storia & Storie di Toscana, MARZO-APRILE 2020)

Nessun commento:

Posta un commento