martedì 10 luglio 2018

Le mille e una notte Silvia Guidi alla Fonte della Fata Morgana

Venerdì 13 e sabato 14 luglio 2018 - ore 21.30
Fonte della Fata Morgana - via di Fattucchia, 21 - Bagno a Ripoli
Le mille e una notte
Storia del Principe Ahmed e della Fata Pari-Banu
con
SILVIA GUIDI
e le sonorità vocali di Lina Sorrentino

Due serate, un luogo da favola nella campagna fiorentina, una grande attrice – ma anche regista e drammaturga – che ci conduce in una novella che profuma d’Oriente.

Continua venerdì 13 e sabato 14 luglio alla Fonte della Fata Morgana di Bagno a Ripoli (ore 21,30) la rassegna itinerante “Le mille e una notte” dedicata all’omonimo capolavoro letterario. Nei panni di Shahrazād Silvia Guidi, mentre al centro delle serate è la “Storia del Principe Ahmed e della Fata Pari-Banu”, con accompagnamento musicale affidato alla vocalist Lina Sorrentino.
I due appuntamenti sono realizzati con il contributo della Città Metropolitana di Firenze, nell’ambito del progetto “Passaggi - I sentieri della storia”.

Biglietti: 10 euro intero; ridotto 7 euro per Soci Coop Firenze e tesserati alla Biblioteca E. Ragionieri di Sesto Fiorentino. Prenotazione obbligatoria. Info e prenotazioni: tel. 055 621894 (dalle ore 09.00 alle 13.00) - prenotazioni@archetipoac.it.

Con il sostegno di Unicoop Firenze, sponsor Elyasy Tappeti e La via del tè.

PROSSIMI APPUNTAMENTI – Drusilla Foer protagonista delle serate di mercoledì 25 e venerdì 27 luglio  all’Osservatorio Ximeniano di Firenze con “I viaggi di Sindbad”, musiche di Claudia Bombardella e, per chi lo desidera, visita guidata all’Osservatorio.
Giovedì 26 luglio si torna Biblioteca Ragionieri Sesto Fiorentino, a salire sul palco è Iaia Forte con “Storia di Ali Az-Zaibaq il Cairino”, con Carlotta Vettori al flauto.
Chiudono Milena Vukotic e Sandra Garuglieri, sabato 8 settembre al Castello dell‘Acciaiolo con “Storia di Abu Qir e di Abu Sir”. Diana Colosi all’arpa, in collaborazione con la Scuola di Musica di Scandicci - Accademia Musicale di Firenze.

Nessun commento:

Posta un commento