lunedì 11 giugno 2018

Fino al 7 luglio - Lea Colliva. Un’artista sulla Via degli dei Dall'atelier alla mostra

La riscoperta delle artiste attraversa lo spazio creativo: da dove hanno vissuto e lavorato sino agli attuali spazi espositivi. Fino al 7 luglio, Il Palmerino, una villa del XV secolo trasformata in centro culturale per l'arte e la letteratura del XX secolo, con particolare attenzione alla creatività femminile, ospita la mostra "Lea Colliva. Un artista sulla Via degli Dei".

Colliva e l’esposizione
Lea Colliva (1901-1975) era una colorista esplosiva che produceva ciò che i regimi del primo novecento chiamavano arte "degenerata", in un periodo in cui gli italiani "ribelli" erano affascinati dal movimento espressionista. A questo proposito la storica dell'arte Beatrice Buscaroli scrive: "Lea Colliva tuona tra figure, fiori e paesaggi, serpeggia tra Rembrandt e Soutine, nella sua inquieta ricerca espressionista". La piccola mostra, ma molto significativa, si snoda lungo 45 anni di movimenti artistici in un compendio sorprendente che va dai paesaggi tradizionalisti di fine secolo ai ritratti in stile liberty e a opere influenzate dal movimento informale e dall'astrattismo. Presente in più edizioni alla Biennale di Venezia, Lea Colliva ha esposto anche a  Palazzo Vecchio e alla Strozzina. “ Sulla Via degli Dei “ è quindi un doveroso bentornato a Firenze ad un’ artista che il critico Carlo Ludovico Ragghianti ha descritto come colei che privilegia "momenti drammatici ed emotivi e visioni che infondono ai soggetti a vibrazione e calore".

Qual è il la Via degli dei?
Un antico percorso per viaggiatori etruschi che si snoda attraverso l'Appennino da Firenze a Bologna. Ora apprezzato dagli appassionati di "slow-travel", questo sentiero collega Il Palmerino, un tempo dimora dell'artista Lola Costa e della scrittrice britannica Vernon Lee, e L'Ospitale di Monzuno, un'oasi creativa per diversi artisti del XX secolo come Lea Colliva, Nino Bertocchi, Giacomo Manzù e Corrado Corrazza.

Restauro a cura delle donne ... sulla carta
Il fulcro della mostra è il primo autoritratto di Lea Colliva, recentemente restaurato come contributo di "DiSegno Donne", un laboratorio guidato da Beatrice Cuniberti, conservatrice e restauratrice alla guida dell'Atelier degli Artigianelli. L'atelier è uno dei tanti laboratori volti a recuperare gli antichi mestieri di Firenze all'interno dell'OMA (Osservatorio dei Mestieri d'Arte). Il workshop, nato da un'idea di AWA e l’Associazione Culturale Il Palmerino, fa parte di un'iniziativa più ampia per la creazione di un archivio fiorentino per l'arte delle donne su carta, tra cui disegni, fotografia e arte grafica. “Le artiste donne nel corso della storia hanno scelto la carta come mezzo privilegiato, anche prima che i disegni fossero considerati opere d’arte finite”, afferma Cuniberti.

Calendario estivo con un focus su donne, arte e natura
“Sulla Via degli Dei” comprende un ricco calendario di eventi nel mese di giugno, che include letture di poesie, conversazioni e visite a mostre di arte contemporanea, escursioni nella natura e conferenze con studiosi di fama internazionale e artiste all'avanguardia. V
Organizzatori: Associazione Culturale Il Palmerino, AWA Advancing Women Artists
Partners: Archivio e Fondazione Bertocchi-Colliva, Atelier degli Artigianelli, con il patrocinio dei Comuni di Fiesole e Monzuno.

PHOTOS: https://www.dropbox.com/sh/vof52w7yv9xxvlh/AABq7sfKdqcXwqGirM05V2q8a?dl=0

VIDEO TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=8JK7ojrRYKg

Nessun commento:

Posta un commento