venerdì 15 giugno 2018

16 giugno - Premiazione 5° FIRENZE FILMCORTI FESTIVAL

SABATO 16 GIUGNO
h 19:30 Premiazione
5° FIRENZE FILMCORTI FESTIVAL
Non solo film. Eventi speciali con attori, registi, produttori, e professionisti del cinema.
A cura di Rive Gauche – Festival

Il 14, 15 e 16 giugno (ore 11.00-22.00) Le Murate Pac e l’attiguo cortile saranno teatro, per le intere giornate  e serate, del 5° Firenze FilmCorti Festival.  Non sarà un evento dedicato esclusivamente alla proiezione dei 50 film finalisti, ma l’occasione di incontro di una serie di personaggi del cinema dello spettacolo. Si inizia con “Vestire il cinema”, l’incontro col Daniela Salernitano, vincitrice del David di Donatello 2018 per i migliori costumi; poi l’incontro con il regista Luca Miniero (“Benvenuti al sud”, “Sono tornato”), il workshop con l’attore Pietro Mossa (Vincitore IV edizione del Firenze Film Corti Festival) dal titolo L’ATTORE È UNO SCIAMANO? Sarà poi la volta del BACKSTAGE: DOVE VA IL CINEMA? – Incontro con la critica Silvana Silvestri (direttrice di Alias) e l’evento FACCIAMO IL CINEMA – Incontro con produttori, distributori e professionisti del cinema. Un altro punto di richiamo di queste tre giornate di Festival sarà costituito dalla presenza della Direzione Artistica del Festival di Edimburgo, gemellato col nostro Festival, che presenterà una selezione di film premiati.
E poi, le premiazioni. La prima avrà luogo nella serata di apertura del Festival, il PREMIO “WOMEN IN FILM, TELEVISION & MEDIA ITALIA” conferito da Astrid De Berardinis (vicepresidente Paramount Pictures), cui seguirà proiezione del corto vincitore.
Tutti gli altri premi saranno conferiti nel corso della serata di chiusura del 16 giugno, sul palco della Corte de Le Murate, sul quale si esibirà anche Antonio Aiazzi dei Liftiba in un concerto-opera multimediale.

PRESENTAZIONE FESTIVAL E GIURIA
Premiazioni: montaggio, fotografia, colonna sonora, critica
h 20:00    Proiezione vincitore premio della critica
Premiazioni: produzione, documentario, sceneggiatura, attore, attrice, regia
h 20:30    Proiezione miglior regia
h 21:00    Premiazione voto del pubblico, miglior film
h 21:30    Proiezione vincitore miglior film
h 21:30 Concerto
OPERA MULTIMEDIALE DI ANTONIO AIAZZI (LITFIBA)
Soprannominato "il Marchese", Antonio Aiazzi fa parte dei Litfiba dal 1980 al 1990; poi dal 1990 al 1997 continua l'attività di musicista come compositore e collaboratore del gruppo. Parallelamente all'attività con i Litfiba, nel periodo tra gli anni ottanta e novanta, ha fondato con Gianni Maroccolo e Francesco Magnelli il gruppo dei Beau Geste, dedito in particolare alla composizione di colonne sonore per spettacoli teatrali, pubblicando due dischi per la Materiali Sonori. La sua passione per questo tipo di musica continua nel tempo, da "L'Eneide" del gruppo teatrale Kripton a fiction (Solo x te) e opere cinematografiche, L'Amico Arabo, Voci d'Europa di Corso Salani per il cinema e una lunga collaborazione con il regista Massimo Luconi per il teatro. Dal 1989 al 1996 suona la tastiera nella sigla di Italia 1 film, ciclo di film in onda su Italia 1.Produttore discografico e session man; ha suonato con diversi artisti (Negrita, Paolo Belli, Angela Baraldi) e in numerosi lavori usciti per l'etichetta indipendente IRA di Firenze. Collaborazione nel 1996 con “Tempo Reale” del maestro Luciano Berio, per il disco Mondi Sommersi dei Litfiba. Dal 1996 al 2001 ha collaborato con il comune di Prato, nell'ambito della progettazione musicale e per i giovani, tra questi Banco Rock un progetto di tutoraggio artistico e di formazione musicale per le giovani band musicali, (9 edizioni). È stato responsabile artistico di Officina Giovani-Prato dal 1998 al 2001 spazio dedicato alle attività artistiche giovanili (musica, teatro, danza, pittura/scultura). È del 1997 la creazione Sarajevo anno zero , composizione e rappresentazione dell'opera musicale dei Beau Geste “Anno Zero“, unico live della band con Gianni Maroccolo e Francesco Magnelli. Dopo una breve partecipazione al tour dei Litfiba, nel 2005 collabora al progetto IG (Ivana Gatti – Gianni Maroccolo).Dal 2007 si occupa principalmente di editoria giochi da tavolo, con la Rebus Project pubblicando i giochi: "I Toscanacci", "L'Italia & gli Italiani", "I Romanacci", "Vita di Gesù", "Venezia & i Veneti", "Milano", titoli usciti per l'editore Giochi Uniti, dedicandosi al settore marketing e distributivo. Segue sempre progetti formativi su band musicali e compone colonne sonore. Nel 2012 Antonio Aiazzi torna sul palco con i Litfiba dopo circa 6 anni, in occasione dell'esibizione della band al Nelson Mandela Forum, riunendo così tutti i superstiti della formazione originale degli anni '80, in ricordo di Ringo De Palma, batterista storico della band, prematuramente scomparso proprio il 1º giugno del 1990. Il 2 agosto si esibisce al festival di Radicondoli (SI), in una prima assoluta, progetto nato dalla collaborazione con fra il musicista Antonio Aiazzi e due fotografi Luigi Rinaldelli e Micaela Rostan. Il 30-31 gennaio 2013, Antonio Aiazzi si è esibito coi Litfiba nella formazione originale, in due concerti celebrativi della cosiddetta Trilogia del potere, comprendente i dischi che gli stessi Litfiba produssero tra il 1983 e il 1989. I due spettacoli si sono tenuti presso la discoteca rock milanese Alcatraz. Da queste due esibizioni, verrà tratto un cd live in uscita nel marzo 2013 e un tour di date in varie città italiane. Il successo delle due prime date, porta alla creazione di un tour vero e proprio a marzo e aprile con una ripresa estiva in tutto 17 date. Poi nel 2014 questa formazione stessa formazione sarà headliner del Trafic Festival in piazza San Carlo a Torino (presenti 40/50.000 persone) e a Castelsardo per il 31 dicembre. A maggio 2014 viene presentata la nuova Eneide di Krypton (un nuovo canto) al teatro studio di Scandicci e dopo 30 anni la riproposizione di questo disco cult dei Litfiba. Nel 2015 questo spettacolo è in tour, con rappresentazioni a Opera di Firenze e Teatro Argentina (Roma) e altre date in Italia. Dal 2014 riprende la progettazione e creazione di eventi culturali/musicali per centri commerciali," La fiera della musica " , in questo contenitore vengono proposti anche percorsi formativi e di informazione musicale. Dal 2016 torna a suonare con il progetto di Gianni Maroccolo per portare in live, NEAP (nulla è andato perso), tratto in gran parte dal disco di Maroccolo con Claudio Rocchi Vdb23/Nulla è andato perso, al live parteciperanno anche Andrea Chimenti, Simone Filippi ( Üstmamò ) e Beppe Brotto. Il 4 marzo 2017 esce per la Contempo Records il disco triplo vinile live del concerto NEAP. Nel 2016 collabora nuovamente con i Litfiba, suonando le tastiere in alcuni brani dell'album Eutòpia
Caffé Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Nessun commento:

Posta un commento