venerdì 18 maggio 2018

Istituto universitario olandese di storia dell'arte

"Nel 1958, per iniziativa di Godfried Hoogewerff, professore emerito di storia dell'arte all'Università di Utrecht, fu presa la decisione di fondare un Istituto di storia dell'arte a Firenze.  Grazie a Frits Lugt, esperto d'arte e fondatore dell'Institut Néerlandais di Parigi, e promotore della  Fondation Custodia lì, fu acquistata una villa nella zona di Poggio Imperiale, che è ancora oggi la sede dell'Istituto.

Quasi immediatamente l'Istituto ha acquisito uno status interuniversitario e, con l'obiettivo di ingrandirsi in aree accademiche, educative e culturali, ha gradualmente ampliato la sua portata.  Nel corso dei decenni, le strutture e le attività scientifiche sono state portate a una dimensione internazionale.  L'Istituto è ora noto come l'unico centro di conoscenza al mondo che mappa sistematicamente le relazioni artistiche tra l'Olanda e l'Italia.

Dall'istituzione dell'Istituto, più di 10.000 studenti e ricercatori hanno trovato ospitalità lì.  Ogni anno 2000 visitatori di tutte le nazionalità possibili studiano per un periodo breve o più lungo nella biblioteca e nella libreria fotografica.  Le attrezzature per l'istruzione, la ricerca e la ricerca di eccellenza internazionale sono indissolubilmente legate.

Al di fuori dei circoli professionali, l'Istituto si è fatto un nome grazie all'apprezzato

attività orientate al pubblico, come conferenze, mostre in loco e fuori sede Dal 1966, oltre 300mila appassionati hanno visitato le mostre di Viale Torricelli.
(Tratto dal sito dell'istituto)

Nessun commento:

Posta un commento