giovedì 17 dicembre 2015

Fino al 31 dicembre sarà possibile visitare gratuitamente il Museo del Ciclismo intitolato a Gino Bartali

Il museo sorge a Ponte a Ema, località dove il grande campione era nato e aveva iniziato la carriera agonistica.

L’edificio è di oltre mille metri quadri. Al piano seminterrato si trova il deposito delle biciclette di varie epoche, mentre al primo il museo vero e proprio con l’esposizione di velocipedi, biciclette, indumenti e cimeli che documentano la storia del ciclismo e le imprese di Gino Bartali e altri campioni.

Vi sono conservati anche importanti raccolte di giornali d’epoca, numerose pubblicazioni e filmati.


Fino al 31 dicembre, il museo sarà ad ingresso gratuito ed effettuerà il seguente orario di apertura: venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e la domenica dalle ore 10.00 alle ore 16.00.


Info: http://www.ciclomuseo-bartali.it/web/

Nessun commento:

Posta un commento