venerdì 25 settembre 2015

27 settembre - Le Murate - COMPLEANNO CAFFÈ LETTERARIO - Una giornata con scrittori e artisti a sorpresa, per festeggiare insieme l'inizio del quinto anno di attività, tra incontri, concerti, presentazioni di libri, talk show e divertimento


    COMPLEANNO CAFFÈ LETTERARIO
Una giornata con scrittori e artisti a sorpresa, per festeggiare insieme l’inizio del quinto anno di attività, tra incontri, concerti, presentazioni di libri, talk show e divertimento


    h 12:00  -  Brunch letterario con Autori

L’Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

LA FELICITÀ DEL MENO
Sperling & Kupfer

“Non bisogna cercare di essere felici, ma coltivare la felicità con arte e con amore”.
M. Giorda, S. Hejazi, La felicità del meno, Sperling & Kupfer

Saranno presenti le autrici Mariachiara Giorda e Sara Hejazi, con la partecipazione straordinaria della filosofa, politica e saggista Michela Marzano.
Voce recitante | Gaia Nanni
Sonorizzazioni dal vivo | Michele Staino e Paolo Casu

Dopo due anni di ricerche nei monasteri cristiani e buddhisti, confrontandosi con chi vive dentro le mura, Maria Chiara Giorda –storica delle religioni – e Sara Hejazi –antropologa – ripropongono in questo libro, in chiave moderna, dieci regole fondamentali per riappropriarsi del tempo e dello spazio perduti. L’esistenza dei monaci, improntata a regole antichissime, è una vera e propria arte di vivere, dalla quale potremmo imparare molto: riscoprire il valore del silenzio, spegnere radio, televisione e cellulari e concentrarsi per un'ora al giorno per riconnettersi con se stessi.
Come suggerisce Michela Marzano nella prefazione il segreto sta forse nel “fare di meno per permettere al desiderio di sorgere”, liberarsi del superfluo che ingombra le nostre giornate, tendere alla più spirituale e mondana delle aspirazioni: quella che i monaci chiamano armonia, e noi felicità.

    h 18:00  -  Incontro/performance

L’Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

LIBRACCI E LIBRINI

I sogni migliori
sono quelli che lasciano le ali aperte
Alberto Casiraghy, Squittìi.

Saranno presenti Lucia Baldini (narratrice per immagini e fotografa) e Alberto Casiraghy (poeta, pittore, ex liutaio, violinista e fondatore della casa editrice Pulcinoelefante).
Sonorizzazioni dal vivo | Michele Staino e Vieri Bugli
Con un omaggio del poeta Stefano Busolin e dell’artista Marco Marchiani Mavilla a Alberto Casiraghy

Una serata dedicato al libro, non solo come veicolo di contenuti, ma come oggetto artigianale e artistico. Un aforisma, un’illustrazione, una fotografia, carta, ago e filo, per far nascere dalla collaborazione di due artisti eccezionali oggetti unici, libri d’arte, cose che non sono mai solo cose ma occasioni di esperienza estetica, tattile, visiva e verbale.

Da circa trent’anni Alberto Casiraghy, intellettuale e artista unico nel suo genere, con la sua casa Editrice Pulcinoelefante si occupa di “antropologia editoriale”. Produce libri in tiratura massima di 25 copie, stampati a caratteri mobili su carta di cotone, con una pressa in piombo dalla quale, all’inizio del secolo scorso, uscivano i numeri de “Il Giornale” e de “L’Avanti!”. Artigiano del libro, Alberto Casiraghy pubblica giovani esordienti, i pulcini, accanto ad alcuni dei più grandi poeti del Novecento, gli elefanti appunto, dalla Merini a Pasolini, da Penna a Mario Luzi, solo per citarne alcuni (ad oggi ha pubblicato circa 9000 titoli) con illustrazioni e immagini di artisti come Munari, Baj, Nespolo e tanti altri. http://edizionipulcinoelefante.tumblr.com/.

Lucia Baldini dagli anni Ottanta racconta attraverso le immagini. Suoi principali scenari l’ambito musicale, teatrale e cinematografico. Ha collaborato, tra gli altri, con Carla Fracci e Carlo Mazzacurati. Diversi progetti diventano pubblicazioni, fino al più recente impegno editoriale, con la casa editrice “domestica” In alto, che produce piccoli libri fatti a mano, lavori in tiratura limitata per raggiungere un numero ristretto di osservatori complici. Inaugurata con Alfabetiere Visionario, nel corso del 2015 esce l’edizione esclusiva per Armunia, come omaggio ai premiati del Premio Lo Straniero di Goffredo Fofi di Castiglioncello. http://www.luciabaldini.it/

Stefano Busolin esordisce a trent’anni con il poemetto Falce nel buio, che riscuote subito l’attenzione della critica. Negli anni successivi Luciano Anceschi pubblica alcuni dei suoi testi su una delle più importanti riviste dell’epoca, «Il Verri». Nel 1986 fonda la rivista Zemrude a cui collaborarono tra gli altri Roberto Carifi, Franco Fortini, Attilio Lolini, Claudio Magris, Gregorio Scalise, Valentino Zeichen e Milo De Angelis. A partire dal 1990 Busolin, scrive per Vallecchi, - vincendo con l’opera Mimesis il premio Dino Campana – Shakespeare and Company e Passigli. Sue poesie e interventi critici sono apparsi in numerose antologie e riviste, tra le quali Tam Tam, Tracce e Alfabeta.

    h 21:30 -  Concerto

SUPER ROCKABILLY GUITAR NIGHT

Con Marco Di Maggio duo
Feauturing Matteo Giannetti al contrabbasso

Marco Di Maggio è un esponente di punta della scena R'n'R internazionale ed è considerato dalla stampa specializzata come uno tra i migliori chitarristi mondiali. Si è esibito dovunque nel mondo, partecipando a varie edizioni di festival prestigiosi. Con l'album "Rockabilly From The Boots Up" (1998) viene ingaggiato negli USA dal presidente della Rockabilly Hall Of Fame il quale conferisce a Marco il ruolo di membro onorario della stessa per poi eleggerlo Presidente della sede Europea. Unico artista italiano ad essersi esibito al teatro del Grand Ole Opry di Nashville, in occasione dell'assegnazione del Grammy alla carriera di Brenda Lee. Quella sera Marco si esibisce con D.J. Fontana (il batterista di Elvis Presley) e Bill Mack (il bassista di Gene Vincent).

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Nessun commento:

Posta un commento