martedì 11 agosto 2015

Libro: "Caro Amici miei. - Storie, luoghi, artefici e personaggi del film di Mario Monicelli" di Borghini Fabrizio e Nesti Jacopo

Caro Amici miei. Storie, luoghi, artefici e personaggi del film di Mario Monicelli
Autori: Borghini Fabrizio; Nesti Jacopo
144 p., ill.
Editore: NTE



Gli autori, Fabrizio Borghini e Jacopo Nesti, hanno rintracciato le persone realmente esistite, da cui furono tratti i famosi personaggi del film "Amici Miei" di cui quest'anno si celebrano i quarant'anni.
Di seguito una rapida sintesi.
Il giornalista de La Nazione, Giorgio Perozzi (interpretato da Phillipe Noiret, il ruolo fu offerto prima a Marcello Mastroianni, che rifiutò), fu ispirato da Silvano Nelli, impiegato delle ferrovie, con la passione della conduzione radiofonica, si ricorda, infatti, conduttore della famosa trasmissione radiofonica e poi televisiva de "Il grillo canterino".
Il Conte Raffaello "Lello" Mascetti (portato in scena da Ugo Tognazzi) fu disegnato sulla figura di Giorgio Menicanti, nobile castiglioncellese, uomo di gran classe, amante della vita e delle belle donne. Amico di Silvano Nelli. La famosa scena degli schiaffi al treno, sarebbe veramente avvenuta negli anni Trenta proprio alla stazione di Castiglioncello, guarda caso dove viveva Menicanti.
L'architetto Rambaldo Melandri (Gastone Moschin) è ispirato a Ernesto Nelli, noto architetto che nel 1957 realizzò il ponte fiorentino Amerigo Vespucci.
Il chirurgo Alfeo Sassaroli (Adolfo Celi, che fu scelto dopo la rinuncia di Raimondo Vianello) trae spunto dalla figura del famoso immunologo Mazzingo Donati, autore del primo trapianto di midollo osseo nel 1959 e amico di Tognazzi. Tognazzi era amico anche del professor Fanfani, titolare dell'omonima clinica di analisi di piazza Indipendenza. Il prof. Fanfani concesse il suo studio personale per le riprese delle scene con protagonista il Sassaroli.
Il barista Necchi (Duilio Del Prete), invece, nasce prendendo spunto da Cesarino Ricci, coautore con Silvano Nelli de "Il grillo canterino".
RDF

Nessun commento:

Posta un commento