domenica 8 settembre 2013

Sant’Orsola rivestita di dollari

Testo di Roberto Di Ferdinando
(Foto di Massimiliana Molinari)

Il complesso dell’ex Convento di Sant’Orsola, zona Mercato Centrale, versa da decenni in uno stato di profondo abbandono. Ogni nuova giunta politica che s’insedia nell’amministrazione pubblica ha un proprio progetto per riqualificare questi grandissimi spazi oggi degradati. Ma ogni volta il fatidico progetto non parte mai, il problema è sempre lo stesso: mancanza di soldi! Soldi, eppure oggi, camminando in via Guelfa, è possibile osservare che sulle pareti esterne di Sant’Orsola ci sono tanti di soldi, per la precisione 120.0000 dollari (120.000 banconote da un dollaro) incollati sui muri dell’ex convento. Purtroppo non si possono spendere perché sono dei fac-simili, oltre a costituire un’opera d’arte. Infatti, l’artista ceco Vaclav Pisvej personalmente ha incollato le 120.000 banconote completando così, a tappe in un anno, la sua installazione che è stata inaugurata il 10 agosto scorso per la festa di San Lorenzo. L’opera d’arte “dollaresca” è stata autorizzata dalla Provincia che è proprietaria dello stabile. Quest’opera vuole rappresentare la concentrazione in poche mani della ricchezza nel mondo. Ma c’è anche chi ci vede una speranza che finalmente tutti questi soldi, sebbene finti, attirino quelli veri e dei privati, perché il complesso di Sant’Orsola venga riqualificato. Intanto le sue mura esterne sono diventate uno spazio per l’arte contemporanea.
RDF



Nessun commento:

Posta un commento