martedì 5 febbraio 2013

Paoli, il ristorante artistico

Testo di Roberto Di Ferdinando

In via de’Tavolini 12 rosso c’è l’antico ristorante Paoli. Fu fondato nel 1824 da Pietro Paoli come osteria e pizzicheria, con i tipici tavolini di marmo e le gambe di ferro. Ben presto il locale divenne meta di vari artisti nelle loro soste gastronomiche a Firenze, infatti, qui erano soliti mangiare Leoncavallo, Puccini, Marinetti. Le sale di questo tipico ristorante toscano hanno subito negli anni varie modifiche, molte delle quali artistiche. Infatti, Carlo Coppedé nel 1916 affrescò tre lunette ispirandosi alle novelle del Decamerone, mentre nel 1919 la suggestiva “Saletta delle Rose” fu dipinta e decorata con ceramiche dal grande Galileo Chini. Nel locale si possono ancora ammirare anche le ceramiche di Cantagalli e il busto del presidente americano Wilson, opera di Rivolta. Negli anni Cinquanta il locale si arricchì di nuove opere di Luciano Guarnieri e di Pietro Annigoni.
RDF

(foto tratta da: http://www.esercizistorici.it)

Nessun commento:

Posta un commento